Logo romaCrea Notizie
Pubblicazione della CCIAA di Roma a carattere economico - Registrazione del Tribunale di Roma n.266/2010 Direttore responsabile: Massimiliano Colella
Editore: Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura di Roma - Via de' Burrò, 147 00186 Roma - [t] 066976901
Dall’odore e sapore fruttato alla poca acidità: le qualità per diventare un olio Dop
RCN03 -

Dall’odore e sapore fruttato alla poca acidità: le qualità per diventare un olio Dop

RCN - 5 Agosto 2010

Sono molte le regole da rispettare per ottenere la certificazione

La Camera di Commercio di Roma, dove operano il Comitato di Certificazione, il Servizio Ispettivo, il Laboratorio Chimico Merceologico con le annesse sale di assaggio, certifica, quale autorità pubblica di controllo designata dal Ministero delle Politiche Agricole e Forestali con decreto del 21/12/1999, la conformità al disciplinare di produzione dell’olio extravergine di oliva a denominazione di origine protetta “Sabina”. Il disciplinare di produzione, approvato dall’Unione Europea con Reg. CE numero 1263/96, stabilisce che l’olio extravergine di oliva a denominazione di origine protetta “Sabina” deve: 1) essere di colore giallo oro con sfumature sul verde per gli oli freschissimi; 2) avere odore di fruttato e avere sapore fruttato, vellutato, uniforme, aromatico dolce ed amaro e piccante per gli oli freschissimi; 3) avere un’acidità massima totale di 0,6 g per 100 g di olio e gli altri parametri chimico fisici conformi alla normativa vigente nell’Unione Europea; 4) essere ottenuto, prevalentemente, dalle seguenti varietà di olive: Carboncella, Leccino, Raja, Pendolino, Frantoio, Moraiolo, Olivastrone, Salviana, Olivo e Rosciola; 5) provenire da olive raccolte e trasformate nel territorio della Sabina; 6) essere confezionato nella stessa area di produzione ed essere estratto soltanto con processi meccanici e fisici per non alterare le caratteristiche peculiari originarie del frutto.
Le modalità per il riconoscimento della Dop “Sabina” sono le seguenti: iscrizione dei terreni olivetati nell’elenco oliveti; iscrizione degli impianti di trasformazione delle olive nell’elenco frantoi; iscrizione dei magazzini nei quali viene stoccato l’olio molito, in attesa di certificazione, nell’elenco magazzini di stoccaggio; comunicazione da parte del conduttore dell’oliveto alla Camera di Commercio di Roma dell’inizio della campagna di raccolta delle olive e della molitura delle stesse; richiesta alla Camera di Commercio di Roma del prelievo dei campioni di olio per ogni lotto che si intende certificare; effettuazione degli esami chimico-fisici e organolettici sui campioni di olio prelevati; verifica da parte del Comitato di Certificazione della conformità dell’etichetta da apporre sulla confezione; rilascio all’azienda interessata, in caso di conformità dell’olio ai requisiti stabiliti dal disciplinare di produzione, del certificato di conformità e dell’autorizzazione all’uso della denominazione di origine protetta, consegna dei bollini da applicare sulla confezione.
La certificazione dell’olio extravergine di oliva a denominazione di origine protetta “Sabina”, rilasciata dalla Camera di Commercio di Roma, attesta la conformità al disciplinare dei seguenti punti: a) origine della produzione; b) processo produttivo; c) processo di trasformazione; d) prodotto ottenuto. La certificazione rappresenta lo strumento per promuovere e diffondere la qualità dell’olio Dop Sabina, condizione fondamentale per accrescere la competitività delle imprese sui mercati nazionali ed esteri.

Informazioni
Comitato di Certificazione, sede operativa Area V, Laboratorio Chimico-Merceologico,
Via Appia Nuova 218, 00183 Roma (Fermata Metro A – Re di Roma)
Tel. 0677203867, Fax 067009404
rosalia.mastrocola@rm.camcom.it, cesare.filiberti@rm.camcom.it
 


Facebook

 

In evidenza
© 2019 Camera di Commercio di Roma - Qualunque utilizzo è vietato se non autorizzato dell'ente - Sito realizzato da Menexa
Informativa Privacy