Logo romaCrea Notizie
Pubblicazione della CCIAA di Roma a carattere economico - Registrazione del Tribunale di Roma n.266/2010 Direttore responsabile: Massimiliano Colella
Editore: Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura di Roma - Via de' Burrò, 147 00186 Roma - [t] 066976901
Turismo culturale e innovazione tecnologica, due realtà in un progetto: Experience Roma
RCN06 -

Turismo culturale e innovazione tecnologica, due realtà in un progetto: Experience Roma

RCN - 21 Luglio 2010

CCIAA di Roma, Campidoglio, Distretto dell'Audiovisivo e dell'ICT e Regione Lazio lavorano insieme per creare un modello di rilancio di un settore dalle enormi potenzialità di sviluppo ma un po' trascurato: il turismo culturale. Servono progetti nuovi su cui far confluire giovani talenti e metodologie d'avanguardia

Grazie ad una straordinaria ricchezza in termini paesaggistici e culturali, il nostro Paese possiede altissime potenzialità di richiamo turistico. Potenzialità che, purtroppo, non sono ancora pienamente valorizzate. Ai brillanti risultati registrati dalla Capitale, in termini di presenze e arrivi turistici, fa da contraltare un progressivo arretramento dell’Italia, una volta leader mondiale, nelle classifiche internazionali, tanto che, secondo il World Tourism Organization, nel 2004 risultava al quinto posto per arrivi turistici, con una quota di mercato del 4,9%. L’incidenza del settore turistico in Italia è passata negli ultimi dieci anni dal 6,13% al 5,68% del PIL nazionale, unico caso fra i paesi avanzati. Sebbene rappresenti un asset strategico per la nostra economia, il turismo sembra essere assente dalle politiche nazionali di sviluppo economico. Con due importanti conseguenze: la totale assenza di riflessioni sistematiche sull’innovazione nel settore e la difficoltà di lanciare un progetto complessivo di valorizzazione del patrimonio culturale, che metta l’accento sugli aspetti di fruizione e non solo su quelli conservativi.
Occorre riportare il turismo al centro del dibattito economico, in quanto asset fondamentale dello sviluppo economico. Perché ciò avvenga, dobbiamo far leva sugli spazi di innovazione presenti anche in questo settore tradizionalmente ritenuto “maturo”, puntando sull’immensa dotazione culturale del nostro Paese.
I beni culturali, infatti, possono diventare uno straordinario attrattore del territorio cui appartengono, consentendo di veicolare al turista culturale un’offerta ampia e integrata. D’altra parte, la gestione e tutela del patrimonio culturale sta favorendo la crescita di un fiorente mercato caratterizzato da piccole e medie aziende che operano in diverse filiere: gestione dei servizi, tecnologie digitali e audiovisive, edilizia e costruzioni, con il conseguente sviluppo di nuovi materiali, tecniche costruttive, strumenti di misurazione e diagnostica. Un settore che potrebbe costruire la punta di diamante di una nuova ondata di esportazioni made in Italy, basata su tecnologia e prodotti culturali.

La nostra proposta
Questa sfida potrà essere vinta grazie ad un nuovo approccio in grado di favorire l’elaborazione di progetti innovativi, sui quali far confluire giovani talenti e nuove tecnologie.
Il Comune di Roma, la Camera di Commercio di Roma, Distretto dell’Audiovisivo e dell’ICT di Roma e la Regione Lazio, hanno raccolto questa sfida e si sono attivate per sperimentare un nuovo modello di rilancio del turismo culturale: Experience Roma.
In virtù della consolidata sinergia fra le istituzioni, del suo straordinario patrimonio culturale e della sua forte vocazione all’innovazione, Roma è la candidata ideale per la sperimentazione di questo nuovo modello, che nasce con un duplice obiettivo: 1) mettere la Capitale al centro dell’innovazione del turismo culturale, trasformandola in un centro di riferimento internazionale per la sperimentazione di nuove tecnologie, materiali e metodologie applicati al turismo culturale; 2) creare un approccio progettuale e degli strumenti facilmente riutilizzabili e pertanto “esportabili” in altre città d’arte o luoghi di elevato interesse turistico-culturale, così da costruire, sviluppare e diffondere un “approccio italiano” a questo vitale settore dell’economia italiana.
Roma come laboratorio “a cielo aperto”, dunque, dove sperimentare infrastrutture, servizi e modelli di business che, grazie ad un Osservatorio dedicato, potranno essere valutati ed eventualmente ricalibrati in corso di attuazione.

 


Facebook

 

In evidenza
© 2019 Camera di Commercio di Roma - Qualunque utilizzo è vietato se non autorizzato dell'ente - Sito realizzato da Menexa
Informativa Privacy