Logo romaCrea Notizie
Pubblicazione della CCIAA di Roma a carattere economico - Registrazione del Tribunale di Roma n.266/2010 Direttore responsabile: Massimiliano Colella
Editore: Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura di Roma - Via de' Burrò, 147 00186 Roma - [t] 066976901
Donne e lavoro: un progetto per non restare emarginate
RCN15 -

Donne e lavoro: un progetto per non restare emarginate

RCN - 19 Luglio 2010

L’attività dell’Irfi sul fronte dell’inserimento occupazionale in 'rosa' e non solo. I corsi di e-learning e la job rotation

Si chiama “Un Ponte Rosa” ed è un progetto integrato mirato alla ricerca, all’analisi, alla sensibilizzazione e all’animazione territoriale a sostegno dell’inserimento o del reinserimento lavorativo di donne, in particolare con figli o carichi di cura, che desiderino migliorare la propria condizione lavorativa accedendo o rientrando nel mercato del lavoro, attraverso tirocini finalizzati al consolidamento di un rapporto di lavoro.
Il progetto è stato realizzato dall’Irfi, Azienda Speciale della CCIAA di Roma, in partenariato con le Università La Sapienza e Roma Tre e altri partner, nel quadro del POR Lazio Ob. 3, 2000-2006, “Miglioramento delle condizioni di vita delle donne”.
Il progetto si è articolato in tre fasi. Al termine della prima è stato realizzato un report di ricerca che ha fornito un’analisi relativa a tre diversi ambiti: a) le prospettive occupazionali e i percorsi formativi preferiti dalle donne; b) i fabbisogni professionali delle aziende; c) i servizi di matching esistenti nella provincia di Roma.
La seconda fase del progetto è stata orientata alla diffusione dei dati raccolti dalla ricerca e alla sensibilizzazione del territorio.
La terza e ultima fase è stata finalizzata a una attività di sostegno per l’inserimento o il reinserimento lavorativo di 50 donne, attraverso lo strumento del tirocinio. Sono state per questo contattate dall’Irfi le aziende rappresentative dei “luoghi occupazionali” più dinamici nel comune di Roma e nella provincia. Si tratta di settori produttivi molto orientati ai servizi del terziario e sulle nuove frontiere del quaternario.
Le imprese che hanno partecipato al progetto, proprio per via di tale scelta, hanno dimostrato di essere sensibili ai temi sociali, ma hanno messo in evidenza il bisogno di una maggiore promozione da parte delle istituzioni di una cultura di genere. A progetto concluso arrivano all’Irfi richieste di donne alla ricerca di stage seri. Potrebbe rappresentare un’iniziativa dell’Istituto per il nuovo anno.
Dal sito dell’Irfi (www.irfi.it) è possibile scaricare: 1) il rapporto di ricerca “Condizione occupazionale e aspirazioni professionali delle donne nella Provincia di Roma”; 2) un’agile pubblicazione per il superamento delle discriminazioni di genere nell’accesso al mercato del lavoro; 3) il report di monitoraggio finale sui tirocini.

PROGETTO ALA
Il progetto “un’ALA per lo sviluppo del territorio della Provincia di Roma”, anch’esso finanziato dal Fse, si è concluso positivamente a metà dicembre con la realizzazione di 13 percorsi formativi e circa 150 allievi formati.
L’iniziativa ha visto la creazione di un servizio di job scouting (ricerca di lavoro) e job accounting (stima e valutazione delle opportunità lavorative). L’impronta di base data al progetto è stata quella di ribaltare il sistema tradizionale della formazione “a bando” partendo dai fabbisogni di professionalità espressi dalle aziende.
I primi dati segnalano che il 50% delle persone che hanno partecipato al progetto sono rimaste nelle aziende con contratti diversi. Un risultato non eccezionale, migliorabile, ma sufficiente a far riflettere sulla serietà delle iniziative Irfi.
I disoccupati come risorsa
Si è conclusa la sperimentazione del modello della Job Rotation che ha visto impegnato l’Irfi in collaborazione con i partner europei del progetto (Grecia, Germania, Polonia e Slovenia) finanziato dalla Commissione Europea. Tale modello risponde ad una concezione molto semplice: gli impiegati di un’azienda che iniziano un periodo di formazione vengono sostituiti, durante la loro assenza, da disoccupati opportunamente formati. L’idea è quella di offrire dei corsi e-learning alle risorse in sostituzione che agevolino l’azienda ad inserirle nel proprio tessuto organizzativo e lavorativo senza che questo abbia costi aggiuntivi. Tutto il sistema, dal matching azienda-disoccupato alla scelta dei corsi, viene gestito attraverso un portale dedicato.

 


Facebook

 

In evidenza
© 2019 Camera di Commercio di Roma - Qualunque utilizzo è vietato se non autorizzato dell'ente - Sito realizzato da Menexa
Informativa Privacy