Logo romaCrea Notizie
Pubblicazione della CCIAA di Roma a carattere economico - Registrazione del Tribunale di Roma n.266/2010 Direttore responsabile: Massimiliano Colella
Editore: Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura di Roma - Via de' Burrò, 147 00186 Roma - [t] 066976901
Certificazione della trasmissione e sicurezza: il tutto grazie alla Pec
RCN16 -

Certificazione della trasmissione e sicurezza: il tutto grazie alla Pec

RCN - 19 Luglio 2010

La Posta elettronica certificata ha la stessa validità giuridica e valore legale di una raccomandata postale a/r. Ambiti di applicazione e obblighi per le imprese

La Pec (Posta elettronica certificata) è l’equivalente di una posta elettronica tradizionale che ha in aggiunta caratteristiche di certificazione e sicurezza della trasmissione. La Posta elettronica certificata è quindi un sistema di posta elettronica nel quale è fornita al mittente documentazione elettronica, con valenza legale, attestante l’invio e la consegna di documenti informatici. Per queste sue caratteristiche la Pec ha la stessa validità giuridica e valore legale di una raccomandata postale con ricevuta di ritorno. Il gestore di Posta elettronica certificata fornisce al mittente una ricevuta che costituisce prova legale dell’avvenuta spedizione del messaggio e dell’eventuale allegata documentazione. Le informazioni contenute nella trasmissione vengono conservate per 30 mesi dal gestore e sono opponibili a terzi.

Ambiti di applicazione della Pec

La Pec sostituisce la raccomandata con ricevuta di ritorno nei rapporti ufficiali con altri soggetti che dispongono di posta certificata. La trasmissione viene infatti considerata Posta elettronica certificata solo se entrambi gli interlocutori dispongono di caselle Pec. Se una delle caselle non è una casella Pec il sistema fornisce la ricevuta di invio proveniente dal gestore di posta del mittente, ma non la ricevuta di avvenuta consegna. La Pec può quindi essere utilizzata con soggetti che non dispongono di posta certificata per l’inoltro  di comunicazioni che attestino l’invio del messaggio ma non richiedono la certificazione della consegna. All’invio di un messaggio tramite Pec si riceve una comunicazione di accettazione dal proprio provider di posta certificata, che attesta l’ora, la data e i destinatari.
Esempi di applicazione delle Pec per le imprese sono la trasmissione di documenti con le Pubbliche amministrazioni e l’invio di fatture, contratti, ordini, etc. L’indirizzo di Posta elettronica certificata può essere rilasciato dai gestori iscritti nell’elenco pubblico previsto dal D.P.R. n. 68/2005 e tenuto dal Cnipa consultabile tramite internet all’indirizzo www.cnipa.gov.it. Ulteriori informazioni sulla Pec sono disponibili sul sito del Cnipa.

Obbligo della Pec per le imprese costituite in forma societaria
Dal 29 novembre 2009 le imprese costituite in forma societaria sono tenute a indicare il proprio indirizzo di Posta elettronica certificata nella domanda di iscrizione al registro delle imprese.
L’obbligo riguarda sia le imprese di nuova iscrizione che le imprese già esistenti, le quali si dovranno adeguare entro tre anni. Ciò premesso, le domande d’iscrizione al Registro Imprese, relative alle imprese costituite in forma societaria, devono contenere l’indicazione dell’indirizzo di Posta elettronica certificata della società.

 


Facebook

 

In evidenza
© 2019 Camera di Commercio di Roma - Qualunque utilizzo è vietato se non autorizzato dell'ente - Sito realizzato da Menexa
Informativa Privacy