Logo romaCrea Notizie
Pubblicazione della CCIAA di Roma a carattere economico - Registrazione del Tribunale di Roma n.266/2010 Direttore responsabile: Massimiliano Colella
Editore: Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura di Roma - Via de' Burrò, 147 00186 Roma - [t] 066976901
Energia e rete idrica sufficienti. Male trasporti e igiene ambientale
RCN16 -

Energia e rete idrica sufficienti. Male trasporti e igiene ambientale

RCN - 19 Luglio 2010

Ricerca Censis sulla qualità dei servizi pubblici locali: il giudizio delle aziende

Bene l’energia e la rete idrica, male i servizi ambientali e il trasporto pubblico locale. È questo il giudizio delle imprese laziali sui servizi a disposizione nella regione. A fornire il quadro è l’indagine “Lazio 2020, la qualità dei servizi pubblici locali: il punto di vista delle imprese”, realizzata dal Censis per conto di Confservizi Lazio e Camera di Commercio di Roma. Al centro dell’indagine, effettuata su un campione di circa 200 aziende, (metà delle quali nella provincia di Roma), il punto di vista delle piccole e medie imprese, ottenuto grazie alla collaborazione di Federlazio, l’associazione che raggruppa ben 3.200 società della regione.
Il dossier è stato presentato recentemente nel corso di un convegno alla Camera di Commercio di Roma a cui hanno partecipato i vertici delle società pubbliche interessate dall’indagine. Secondo lo studio il giudizio delle imprese laziali sulla qualità dei servizi pubblici locali premia la fornitura di energia, che ottiene un voto pari a 2,8 punti su 5, pur contro un dato rilevato a livello nazionale comunque più elevato (pari a 3,4 su 5). Valori simili anche per il servizio idrico, mentre registrano punteggi decisamente più bassi i servizi ambientali (2,2 su 5 a fronte del 3 su 5 a livello nazionale) e il trasporto pubblico locale (2,3 su 5 a fronte del 2,5 nazionale).

Analisi territoriale
Dal punto di vista territoriale, il quadro risulta piuttosto differenziato: mentre le imprese dell`area romana esprimono un giudizio più positivo su quasi tutti i servizi pubblici, quelle del Lazio settentrionale si distinguono per una valutazione più critica sul trasporto pubblico (un giudizio pari a 1,9 su 5 contro il 2,4 delle aziende che operano nella capitale e nelle zone limitrofe). Le imprese del sud della regione manifestano una maggiore insoddisfazione per il livello dei servizi di igiene ambientale (un giudizio pari a 2 su 5 contro il 2,4 registrato a Roma e provincia). Più severe le aziende manifatturiere, più benevole quelle del terziario.
A proposito della natura del gestore, per la maggior parte delle imprese intervistate dovrebbe essere un soggetto pubblico (la pensa così il 48,8% del campione per quanto riguarda il settore idrico, il 46,9% per i servizi ambientali, il 46,7% per il trasporto pubblico, il 37,4% per la fornitura di energia e gas). Preferiscono un soggetto misto pubblico-privato il 37% delle imprese con riferimento alla fornitura di servizi energetici e il 30% per tutti gli altri servizi. Minore è la quota di imprenditori che propendono per una gestione solo privata del servizio (16-17% per i servizi in generale, 20% per l`energia e il gas).
La ricerca integrale realizzata dal Censis per conto di Confeservizi lazio e Camera di Commercio di Roma è rintracciabile su questo sito internet.

 


Facebook

 

In evidenza
© 2019 Camera di Commercio di Roma - Qualunque utilizzo è vietato se non autorizzato dell'ente - Sito realizzato da Menexa
Informativa Privacy