Logo romaCrea Notizie
Pubblicazione della CCIAA di Roma a carattere economico - Registrazione del Tribunale di Roma n.266/2010 Direttore responsabile: Massimiliano Colella
Editore: Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura di Roma - Via de' Burrò, 147 00186 Roma - [t] 066976901
Le Pmi in cerca di servizi e risorse hanno un partner che le sostiene
RCN16 -

Le Pmi in cerca di servizi e risorse hanno un partner che le sostiene

RCN - 19 Luglio 2010

Impegno su progetti di ricerca e innovazione, opportunità offerte dai bandi europei su aerospazio e Ict, aiuto alle imprese sociali: le attività della Filas

Aiuti alla ricerca e allo sviluppo dei principali comparti dell’economia del Lazio continuano a caratterizzare l’azione di Filas, la società strumentale della Regione dedicata al sostegno dell’innovazione.
A dicembre 2008, in tempi brevissimi, sono state pubblicate le graduatorie del primo bando del Distretto Tecnologico delle Bioscienze (Dtb). L’iniziativa offre risorse per progetti di ricerca e innovazione, creati in collaborazione da piccole e medie imprese e organismi di ricerca. Ottanta sono state le proposte ricevute – per un totale di agevolazioni richieste pari a 43.4 milioni di euro – e 26, per un valore complessivo di 20 milioni di euro, sono risultati finanziabili. Oltre alle aziende, l’iniziativa ha coinvolto 18 tra università pubbliche e private e altri enti di ricerca. Il maggior numero di progetti finanziabili riguarda il settore dei dispositivi medici, con 10 programmi dal valore complessivo di 10,6 milioni di euro, che riceveranno un’agevolazione di 4,2 milioni. Seguono le biotecnologie (5 progetti e 1,4 milioni di finanziamento), il farmaceutico (4 progetti e 1,7 milioni), l’ict per la salute (4 progetti e 1,3 milioni) e l’agroalimentare per la salute (3 progetti e 1,4 milioni). Entro il 2010, verranno impiegati anche gli altri 37 milioni di euro destinati al Dtb dalla Regione e i fondi programmatici del Miur, pari a 30 milioni. Inoltre, al settore delle bioscienze, sono destinati altri 26 milioni, dal Por. Per queste risorse sono allo studio misure specifiche, come il sostegno a poli di integrazione tra imprese e ricerca pubblica, e nei prossimi mesi è prevista l’uscita di due bandi per progetti di R&S realizzati da pmi e enti di ricerca, nel settore delle bioscienze, e per attività di ricerca e sviluppo in ambito sanitario.

Ict e aerospazio
Filas ha poi organizzato due giornate informative, per le aziende di Ict e aerospazio, dedicate alle opportunità offerte dai bandi europei.
La prima si è tenuta venerdì 30 gennaio, in occasione della conclusione di Secure Force, un progetto Ue sostenuto da Enterprise Europe Network e dedicato alla sicurezza Ict che ha avuto inizio nel 2006. Il 7 Pq prevede uno stanziamento di 1,4 miliardi di euro soprattutto per il sostegno di ricerche internazionali sulla sicurezza globale che uniscano partner accademici, istituzionali, dell’industria e utenti finali. Nei suoi 3 anni di vita Secure Force ha promosso il coinvolgimento delle Pmi in progetti europei nel campo della sicurezza, analizzando in particolare temi di cyber-crimine e terrorismo (privacy, protezione di dati, informazioni e network), gestione hardware e soluzione di crisi.

Il 16 febbraio è stato invece illustrato il nuovo bando dedicato al Sistema di Navigazione Satellitare Galileo, in collaborazione con Asi – Agenzia Spaziale Italiana e APRE – Agenzia per la Promozione della Ricerca Europea. Il bando, scaduto il 31 marzo, ha messo a disposizione delle imprese un budget di 30 milioni di euro, destinati allo sviluppo di ricevitori, tecnologie di base e infrastrutture, ma soprattutto a nuovi prodotti. I lavori hanno visto un’ampia partecipazione di pmi che, nel Lazio, rappresentano i key players di un comparto, quello della navigazione satellitare, che nel 2007 ha già raggiunto un giro d’affari europeo di 33 miliardi di dollari e si prevede che toccherà i 400 miliardi di euro a livello mondiale entro il 2020.
Infine a Filas è stata anche affidata la gestione del nuovo bando per progetti di investimento e sviluppo per le imprese sociali, da realizzare all’interno del territorio del Lazio e finalizzati a servizi domiciliari per persone non autosufficienti, a rafforzare i diritti dei minori, a favorire l’inclusione degli immigrati, a prevenire fenomeni di dipendenza e all’inserimento sociale e/o lavorativo di persone svantaggiate. 1.687.500.00 sono gli euro stanziati dalla Regione e saranno concesse agevolazioni sotto forma di contributi in conto capitale per un importo pari al 60% dell’investimento totale ammesso, fino a un massimo di 150mila euro. I termini di presentazione sono scaduti a fine febbraio e sono state quasi 300 le piccole e medie imprese di persone e di capitali e le cooperative di produzione e lavoro e sociali che hanno deciso di cogliere questa opportunità.

Informazioni
www.filas.it
 


Facebook

 

In evidenza
© 2019 Camera di Commercio di Roma - Qualunque utilizzo è vietato se non autorizzato dell'ente - Sito realizzato da Menexa
Informativa Privacy