Logo romaCrea Notizie
Pubblicazione della CCIAA di Roma a carattere economico - Registrazione del Tribunale di Roma n.266/2010 Direttore responsabile: Massimiliano Colella
Editore: Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura di Roma - Via de' Burrò, 147 00186 Roma - [t] 066976901
Le imprese in ‘rosa’ crescono, la crisi c’è ma non fa paura
RCN17 -

Le imprese in ‘rosa’ crescono, la crisi c’è ma non fa paura

RCN - 19 Luglio 2010

Tra giugno 2008 e giugno 2009, nel nostro Paese, le aziende femminili sono aumentate di 21mila unità. Si riduce il numero nel settore agricolo, ma si registra un aumento consistente nel comparto dei servizi. Bene il Lazio

La crisi economica morde, ma non scoraggia le donne italiane con la vocazione di imprenditrici. Nei passati dodici mesi, la galassia delle imprese guidate da donne o con forte presenza femminile (circa un quarto del totale delle imprese italiane) ha infatti continuato a crescere, aggiungendo al 30 giugno scorso altre 21.342 unità a quelle esistenti un anno prima. Il bilancio positivo ha portato così il totale delle imprese registrate presso le Camere di commercio a 1.446.543 unità, corrispondente ad una variazione dello stock dell’1,5% a fronte di una sostanziale stabilità dello stock complessivo delle imprese italiane (diminuito dello 0,2% nel periodo).
Questi i dati più significativi che emergono dalla foto scattata dall’Osservatorio dell’Imprenditoria femminile, l’indagine semestrale realizzata da Unioncamere sulla base dei dati del Registro delle Imprese delle Camere di Commercio presso cui operano, sulla base di un Protocollo di intesa siglato nel 1999 tra Ministero dell’Industria e Unioncamere – i Comitati per l’imprenditoria femminile.
Composti da rappresentanti delle associazioni di categoria presenti sul territorio, i Comitati hanno il compito di realizzare e favorire azioni promozionali a 360 gradi per la valorizzazione dell’imprenditoria femminile, tra cui il concorso “Maglia rosa”, ideato per scoprire nuovi talenti, premiare le imprese e valorizzare le attività dei soggetti che operano per favorire le pari opportunità, il rispetto dell’ambiente e del territorio, la qualità del lavoro e l’innovazione (maggiori informazioni sono disponibili sul sito www.unioncamere.it).

Maturità imprenditoriale

La crescita delle imprese in rosa è avvenuta nel segno della maturità imprenditoriale: nei dodici mesi analizzati, infatti, a fronte delle quasi 7.500 iniziative individuali in meno, si sono rilevate poco meno di 29mila nuove società di capitali che, praticamente da sole, hanno più che determinato il saldo positivo del periodo.
In evoluzione anche il profilo settoriale in cui scelgono di operare le donne imprenditrici: alla continua – ormai da alcuni anni – riduzione del loro numero in agricoltura (oltre 4mila in meno tra giugno 2008 e giugno 2009), corrisponde un aumento altrettanto consistente nel settore dei servizi alle imprese (servizi immobiliari, attività professionali, informatica): 15mila imprese in più in dodici mesi.
La regione che ha contribuito di più al bilancio positivo è la Lombardia, dove si concentra il 28,5% di tutto il saldo, seguita da Lazio e Toscana (rispettivamente con 4.747 e 2.242 imprese in più). Dal bilancio positivo restano escluse soltanto 5 regioni su 20 (Basilicata, Friuli Venezia-Giulia, Liguria, Molise e Valle D’Aosta). Al Centro (oltre 8mila imprese in più, pari ad una crescita del 2,7% su base annuale) l’incremento più consistente.
Significativo il contributo dell’imprenditoria immigrata al risultato positivo: quasi il 15% di tutto il saldo si deve infatti alle imprese individuali aperte da donne giunte da paesi al di fuori dell’Unione Europea (3.173 in più nel periodo considerato).

Le aree territoriali

Tutte le grandi aree del Paese hanno fatto registrare saldi positivi. In termini relativi, oltre al già citato Centro, al di sopra della media nazionale si colloca il solo Nord-Ovest (+1,8%), mentre il Nord-Est (+1,4%) si ferma leggermente al di sotto. Meno brillante la performance del Mezzogiorno: le 3.335 imprese in più, infatti, corrispondono ad una crescita dello 0,65% dello stock.

Informazioni
www.unioncamere.it
 


Facebook

 

In evidenza
© 2019 Camera di Commercio di Roma - Qualunque utilizzo è vietato se non autorizzato dell'ente - Sito realizzato da Menexa
Informativa Privacy