Logo romaCrea Notizie
Pubblicazione della CCIAA di Roma a carattere economico - Registrazione del Tribunale di Roma n.266/2010 Direttore responsabile: Massimiliano Colella
Editore: Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura di Roma - Via de' Burrò, 147 00186 Roma - [t] 066976901
Immigrazione: gli imprenditori aumentano anche se c’è la crisi
RCN18 -

Immigrazione: gli imprenditori aumentano anche se c’è la crisi

RCN - 25 Giugno 2010

I dati del VI rapporto dell’Osservatorio Romano sulle Migrazioni: la comunità più numerosa è quella rumena, poi ci sono i filippini

Nella Capitale e in provincia gli immigrati si avviano all’imprenditoria, sono più giovani dei romani e rappresentano ormai più del 10% sul totale dei cittadini. Molti frequentano l’università e tra gli stranieri il fenomeno della criminalità è in calo. È quanto emerge dal VI rapporto dell’Osservatorio Romano sulle Migrazioni, realizzato dalla Caritas diocesana, la Camera di Commercio e la Provincia di Roma. Secondo i dati del Comune di Roma, al 1 gennaio 2009 la popolazione straniera complessiva è di 293.948 residenti (per il 53,1% donne) e registra un aumento di 24.299 persone rispetto al 2007. A Roma, come nell’insieme della provincia, in dieci anni si è raggiunto quasi il raddoppio e l’incidenza sul totale dei residenti è passata dal 4,8% del 1998 al 10,3% di oggi. Nella Capitale la popolazione immigrata continuerà ad aumentare al ritmo di almeno 25-30mila unità l’anno. In base alle previsioni Istat del 2008, si prevede per il 2020 nel Lazio una popolazione di 735.371 cittadini stranieri. Nella Capitale, il maggior numero di immigrati è nel municipio I (34.697 pari al 27,4% della popolazione). In tutta la provincia sono 366.360 i cittadini stranieri: la loro incidenza è dell’8,9% (media nazionale 6,5%) su una popolazione provinciale di 4.110.035 unità.
Nell’intera provincia di Roma l’età media è più bassa rispetto a quella dei romani (31,4 anni rispetto ai 44 dei romani) e c’è un consistente apporto degli occupati immigrati (165mila). Nel 2008 nel Comune di Roma i nuovi nati sono stati 3.421 e altri 1.869 sono nati nei Comuni della Provincia. I nuovi nati da entrambi i genitori stranieri sono 5.290. È consistente il numero di minori 71.170, dei quali circa 7 su 10 nati in Italia. In aumento le aziende con titolare straniero anche in periodo di crisi (23.018). Aumenta anche l’interesse alla nostra lingua attraverso la frequenza a corsi di italiano per adulti (13.514 nella sola Capitale) mentre in 7mila frequentano le università romane.
Nel 2008 la criminalità degli stranieri è diminuita del 7,6% nel Lazio e del 15,3% in provincia di Roma, nonostante l’aumento della popolazione straniera residente. Ma la prima esigenza di un immigrato è quella di un tetto: molti a Roma si trasferiscono nei Comuni vicini dove i costi sono più convenienti lavorando a Roma da pendolari.
Le provenienze nella Capitale sono caratterizzate dalla prevalenza di europei (45,1%), asiatici (27,1%), africani (14,0%), americani (12,9%). I romeni, aumentati di 15.543, sono 57.540 e incidono per il 19,6% sulla presenza straniera totale. La seconda collettività comunitaria è quella polacca (14mila unità), superata però da quella filippina (31.068), che nel passato e per molti anni è stata a Roma in assoluto la più numerosa.

Informazioni
www.rm.camcom.it
www.caritasroma.it

 


Facebook

 

In evidenza
© 2020 Camera di Commercio di Roma - Qualunque utilizzo è vietato se non autorizzato dell'ente - Sito realizzato da Menexa
Informativa Privacy