Logo romaCrea Notizie
Pubblicazione della CCIAA di Roma a carattere economico - Registrazione del Tribunale di Roma n.266/2010 Direttore responsabile: Massimiliano Colella
Editore: Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura di Roma - Via de' Burrò, 147 00186 Roma - [t] 066976901
Federlazio: le imprese regionali guardano avanti con più ottimismo

Federlazio: le imprese regionali guardano avanti con più ottimismo

Massimo Piagnani - 26 Febbraio 2016

Indagine congiunturale, su un campione rappresentativo di 350 imprese, relativa al semestre luglio-dicembre 2015

La Federlazio ha realizzato la consueta indagine congiunturale sullo stato di salute delle piccole e medie imprese del Lazio, effettuata su un campione di 350 imprese associate. Lo studio ha riguardato il semestre luglio-dicembre 2015. I risultati dimostrano un atteggiamento delle imprese sempre più propenso a guardare in avanti, verso il superamento di questa congiuntura e con una immutata fiducia che il sistema economico si possa rianimare. Nel corso del secondo semestre 2015 il saldo di opinioni sull’andamento degli ordinativi ricevuti dal mercato nazionale migliora di 19 punti rispetto al precedente semestre, passando da -13 a +6. Stesso discorso per gli ordini ricevuti dal mercato UE che migliora di 16 punti (da -10 a +6) e per quelli dal mercato Extra-Ue: il saldo aumenta di 3 punti (da +15 a +18). Per quanto riguarda il fatturato, nel secondo semestre 2015 il saldo di opinioni recupera 9 punti ed assume segno positivo (da -6 a +3).

Stesso andamento per il mercato Ue che aumenta di 21 punti (da -16 a +5), mentre è più lieve l’aumento per quello Extra-Ue che passa da +17 a +18. Dopo due semestri, torna positivo il saldo di opinioni sull’andamento della produzione che, passando da -13 a +2, recupera 15 punti ed assume segno positivo. Il 29,3% delle imprese ha dichiarato di aver effettuato investimenti nel secondo semestre 2015, percentuale in crescita rispetto al semestre precedente (28%). La percentuale di imprese che ha aumentato l’occupazione è invece rallentata al 18,3%. Attenuandosi anche la percentuale delle imprese che ha dichiarato di aver ridotto gli organici (dal 19,1% al 14,3%), il saldo migliora passando da un valore nullo ad un valore positivo (+4). Un saldo che, negli ultimi tre semestri, presenta un andamento crescente: da -7 a +4. L’indagine Federlazio ha rilevato anche le previsioni a breve sui prossimi sei mesi dalle quali emerge che, per quanto concerne gli ordinativi, i saldi di opinione mostrano una generale attenuazione. Sul mercato nazionale il saldo, pur sempre positivo, scende a +10 dal precedente +13. Mercato Ue: da +26 a +20 (diminuisce di 6 punti). Mercato Extra-Ue: da +27 a +16, perdendo così ben 11 punti. Riguardo le previsioni sull’occupazione per il primo semestre 2016, il saldo atteso perde 5 punti e diventa negativo, passando da +3 a -2. Aumenta invece la percentuale di imprese che ha manifestato l’intenzione di fare investimenti nella prima parte del 2016, ora pari al 37,9% rispetto al precedente 33,9%. Tra le principali problematiche segnalate dagli imprenditori al primo posto c’è sempre il “ritardo dei pagamenti da parte dei privati”, indicato nel 28% dei casi, in crescita rispetto al precedente 27,7%.

Per scaricare il report completo visionare il sito www.federlazio.it.

 

 


Facebook

 

In evidenza
© 2020 Camera di Commercio di Roma - Qualunque utilizzo è vietato se non autorizzato dell'ente - Sito realizzato da Menexa
Informativa Privacy