Logo romaCrea Notizie
Pubblicazione della CCIAA di Roma a carattere economico - Registrazione del Tribunale di Roma n.266/2010 Direttore responsabile: Massimiliano Colella - Editore: Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura di Roma - Via de' Burrò, 147 00186 Roma - [t] 0652082979

27 marzo 2013

Nasce Gioventu.org, il primo portale interattivo per gli under 30

Barriere informative addio. Le distanze tra le notizie utili e gli under 30 vengono colmate grazie al nuovo portale www.gioventu.org promosso dall’Agenzia nazionale per i Giovani e finanziato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri, Ministero per la Cooperazione internazionale e l’integrazione – Dipartimento della gioventù e del servizio civile nazionale.

Iniziative, opportunità di lavoro, partecipazione e soprattutto informazioni certe e affidabili, proposte anche dagli stessi utenti e online entro 48 ore, fanno di  www.gioventu.org un innovativo sistema informativo e interattivo che risponde all’esigenza espressa dall’Europa di garantire l’accesso a informazioni certificate per la crescita socio-culturale delle giovani generazioni. Uno strumento preziosissimo anche per gli “Youth workers” italiani che si propone di divenire in breve tempo un punto di riferimento imprescindibile per trovare risposte giuste alle tante domande che i giovani cercano quotidianamente nella rete.

Obiettivo, dunque: spingere numerose istituzioni pubbliche a intraprendere un analogo percorso di rinnovamento, anche attraverso il supporto di operatori specializzati.

I contenuti di questo nuovo portale, infatti, sono organizzati secondo intuitivi percorsi tematici: Lavoro, Formazione, Esperienze all’estero, Protagonismo generazionale, Cultura e tendenze, Sport e tempo libero, Stili di vita e Regioni. Diversi i livelli di approfondimento: notizie in tempo reale; focus per gli approfondimenti tematici; guide con gli strumenti scaricabili.

Una grafica fresca e moderna, una navigazione immediata e a portata di click,  per niente dispersiva,  gioventu.org è stato realizzato in collaborazione con Deloitte Consulting srl (leader nella consulenza direzionale, organizzativa e tecnologica, con esperienze e competenze distintive in materia di Politiche Giovanili), Deloitte XBS srl (sviluppo di soluzioni IT e sistemi informativi) e Alquadrato (Content Factory).

Oltre all’indirizzo www.gioventu.org il sistema è presente su tutti i principali social network a questi indirizzi:

-Facebook: http://www.facebook.com/pages/Gioventuorg/479244148760646?fref=ts
-Twitter: https://twitter.com/Gioventupuntorg

-Google+: https://plus.google.com/u/0/113305768772826157575/posts

-YouTube: http://www.youtube.com/user/GioventuOrg

– Flickr: http://www.flickr.com/photos/86804850@N03

 

 

19 dicembre 2012

Botteghe di Mestiere, 3.300 tirocini retribuiti per disoccupati

Il programma AMVA – Apprendistato e Mestieri a Vocazione Artigianale, promosso dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, si propone di favorire l’inserimento lavorativo di giovani sia attraverso l’utilizzo del contratto di apprendistato, sia attraverso la formazione on the job.
Nell’ambito del programma AMVA, si inserisce l’iniziativa Botteghe di Mestiere, che si propone di favorire la riscoperta dei mestieri manuali: 3.300 giovani potrano imparare un mestiere e specializzarsi nei principali comparti del Made in Italy. All’interno di Botteghe di Mestiere, costituite da consorzi di imprese e laboratori artigianali, i giovani saranno infatti formati attraverso percorsi di tirocinio di inserimento o reinserimento al lavoro, nell’ambito di mestieri a vocazione tradizionale.
I tirocini, della durata di un semestre ciascuno, si svolgeranno nei seguenti settori: arte bianca, arte bianca e dolci, arte orafa, artigianato artistico, benessere, enogastronomia, lattiero-caseario, nautica, produzioni alimentari, rubinetterie, strumenti musicali, lavorazione dei metalli, ristorazione, costruzioni e impiantistica e lavorazione dei metalli, costruzioni e impiantistica, tessile-abbigliamento-calzaturiero (Tac), lavorazione del legno, riparazioni meccaniche, lavorazione carne e pesce.

A favore dei tirocinanti è prevista una borsa pari a 500 euro mensili.

Per accedere alla selezione, inoltre, gli aspiranti tirocinanti devono essere in possesso dei seguenti requisiti:

  • essere cittadini italiani e godere dei diritti civili e politici, oppure cittadini di uno Stato appartenente all’Unione Europea, oppure cittadini extracomunitari con permesso di soggiorno;
  • avere età compresa tra i 18 e i 28 anni (non bisogna aver compiuto 29 anni);
  • aver assolto l’obbligo scolastico;
  • trovarsi nello stato di disoccupazione o inoccupazione.

La candidatura deve essere inviata attraverso il sistema informatico sul sito di Italia Lavoro. È possibile presentare una sola domanda per singola persona, per ciascuna finestra temporale, selezionando la Bottega di Mestiere nella quale si intende svolgere il tirocinio, tra quelle che rientrano nelle graduatorie pubblicate.
La domanda potrà essere presentata secondo le seguenti finestre temporali:

  • relativamente alla graduatoria delle Botteghe di Mestiere pubblicata il 26/10/2012, gli aspiranti tirocinanti potranno presentare la candidatura a partire dalle ore 10 del 18 marzo 2013 e non oltre le ore 12 del 26 aprile2013;
  • a partire dalle ore 10 del 14 ottobre 2013 e non oltre le ore 12 del 22 novembre 2013.

Ulteriori informazioni ed eventuali variazioni delle finestre temporali saranno comunicate sul sito di Italia Lavoro, dove si possono consultare anche l’Avviso pubblico e il documento con le Modifiche all’Avviso  

 

5 novembre 2012

Regione Lazio: Open Data, al via i primi bandi per le PMI

Filed under: News — Tag:, — RCN @ 16:19

La Regione Lazio dà il via ai primi bandi destinati alle imprese e agli enti locali per lo sviluppo di progetti inerenti l’attuazione degli Open Data.

Attraverso un plafond di 12 milioni di euro, infatti, la Giunta punta a creare un comparto della pubblica amministrazione innovativo all’insegna della trasparenza e della semplificazione.

Con l’attuazione degli Open Data la Regione Lazio concede contributi alle imprese per la creazione di prodotti, software, servizi e applicazioni finalizzate alla gestione digitale delle banche dati in possesso degli enti pubblici locali.

Il finanziamento totale prevede 6 milioni di euro destinati alle imprese e 6 milioni di euro per gli Enti Locali. Nel primo caso, saranno erogati contributi fino al 70% dell’investimento con importi non superiori ai 150 mila euro per le imprese singole, e fino al 75% (tetto massimo pari a 200 mila euro) per le aggregazioni di imprese. Per gli Enti locali, invece, il finanziamento sarà pari al 100% delle spese ritenute congrue e ammissibili, con un tetto massimo di 180 mila euro.

Un terzo bando riguarderà, infine, la concessione di incentivi per la realizzazione del portale www.dati.lazio.it, una sorta di banca dati pubblica regionale (ancora in fase di realizzazione).

I bandi sono pubblicati sul sito della Filas

 

 

 

25 luglio 2012

Regione Lazio: stanziati 47 milioni per l’innovazione

Filed under: RomaCrea Notizie OnLine — Tag:, , , — RCN @ 10:38

Sono 47 i milioni di euro, tra fondi statali e Por Fesr, stanziati dalla Giunta regionale del Lazio per promuovere applicazioni innovative e progetti open data nei processi produttivi delle Pmi e nell’erogazione di servizi Ict anche negli enti pubblici.

Un fondo, infatti, che ha come obiettivo il potenziamento e l’erogazione dei servizi informatici per le imprese e gli enti locali. La fetta più grande, 25 milioni di euro, saranno appannaggio dello sviluppo tecnologico delle Piccole e medie imprese, come per esempio, i servizi e le applicazioni quali: e-commerce, istruzione e imprenditorialità nelle aziende. Mentre i restanti 22 milioni saranno desinati alla Pubblica amministrazione per creare quei servizi utili ai cittadini (sanità online, eGov, e-learning, ecc.). Un passo ulteriore, dunque, per realizzare, nel Lazio, l’Agenda digitale italiana.

Per informazioni è possibile contattare lo 06 328851 (orario d’ufficio).

 

24 aprile 2012

CCIAA Roma: l’Irfi lancia il nuovo progetto “SIT – Seminari Imprese Transfrontaliere”

L’Istituto Romano per la Formazione Imprenditoriale (Irfi), Azienda Speciale della Camera di Commercio di Roma, in collaborazione con Unioncamere Lazio, grazie a un cofinanziamento da parte della Commissione Europea, ha lanciato il progetto “SIT – Seminari Imprese Trasfrontaliere”. Obiettivo: offrire per un periodo continuativo la formazione e l’assistenza tecnica alle Pmi del Lazio, operanti in ambito transfrontaliero, sia per aiutarle nel recupero dei crediti in sofferenza, sia per prevenire, ove possibile, situazioni di insolvenza da parte dei loro fornitori.

Il progetto, completamente grauito, prevede un ciclo di 5 seminari (massimo 25 allievi per seminario) rivolti alle Piccole e medie imprese del Lazio attive nel commercio intra-comunitario. Il percorso formativo, infatti, ha lo scopo di fornire informazioni e strumenti operativi sulla gestione dei crediti e delle sofferenze, e gli strumenti giuridici disponibili come supporto pratico alle Pmi laziali che operano nel contesto comunitario. Al termine di ciascun seminario, sarà rilasciato un attestato di partecipazione. Alla fase d’aula seguirà un servizio di help desk per porre quesiti specifici e un tutoraggio per i casi più complessi. Possono accedere al servizio di help desk solo le aziende che partecipano ad almeno un seminario.

Sarà cura di un comitato di valutazione, appositamente costituito, decidere le casistiche che andranno supportate dai docenti con il servizio di tutoraggio aziendale.

 Queste le date dei seminari in programma:

  • 18 maggio 2012:La Gestione dei Crediti in Azienda
  • 25 maggio 2012: Norme per il Recupero del Credito: Comparazione tra legislazione italiana e legislazione comunitaria;
  • 8 giugno 2012: Modalità e termini di pagamento a garanzia del credito;
  • 15 giugno 2012: La Gestione Bonaria del Credito: Tecniche di Conmportamento applicate in Italia e in Europa:
  • 22 giugno 2012: Modalità e Termini di Pagamento a Garanzia del Credito

 Ciascun seminario, con durata di 5 ore (dalle 8.30 alle 13.30), si svolgerà a Roma, presso la sede dell’Irfi, in Via Capitan Bavastro 116.

Per scaricare il modulo di iscrizione consultare il sito web www.irfi.it e inviarlo alla dottoressa Elga Marini all’indirizzo e-mail e.marini@irfi.it o alla dottoressa Delia Petacchi all’indirizzo e-mail d.petacchi@irfi.it oppure al numero di fax 06 5779102 almeno 7 giorni prima dell’inizio del seminario prescelto.

Chi avesse bisogno di ulteriori informazioni può contattare lo 06 571171

 Scarica il file

 

27 marzo 2012

Sace e gruppo Intesa-San Paolo: 500 milioni di euro per le Pmi

Sace, il gruppo assicurativo-finanziario attivo nell’export credit, nell’assicurazione del credito, nella protezione degli investimenti, nelle garanzie finanziarie, nelle cauzioni e nel factoring, ha sottoscritto un accordo con il gruppo Intesa Sanpaolo che mette a disposizione un plafond di 500 milioni di euro per l’internazionalizzazione delle Pmi italiane.

I finanziamenti sono destinati alle imprese con fatturato sotto i  250 milioni di euro, interessate a investire all’estero in varie attività, tra cui: acquisto, riqualificazione o rinnovo di impianti, macchinari, attrezzature industriali e commerciali; promozione, pubblicità, tutela di marchi e brevetti, ricerca, sviluppo e partecipazione a fiere internazionali;  acquisizione di partecipazioni non finanziarie all’estero;  acquisto di terreni e loro riqualificazione, immobili e loro ristrutturazioni; accordi di cooperazione e di joint venture con imprese estere.

I finanziamenti saranno erogati da Mediocredito Italiano per importi tra i 250mila e i 5 milioni di euro, attraverso il nuovo prodotto International+ con garanzia Sace fino al 70%, e avranno una durata compresa tra i 3 e i 5 anni.

Oltre alla garanzia rilasciata da Sace, che consentirà alla banca di finanziare i progetti di internazionalizzazione fino all’80% del costo senza garanzie reali quali pegni e ipoteche, l’impresa potrà ottenere un’assistenza personalizzata sul progetto di sviluppo all’estero, anche grazie alle analisi dell’Ufficio studi di Sacee del Servizio Internazionalizzazione di Intesa Sanpaolo su scenari economici, mercati, rischi e opportunità di crescita connessi ai suoi progetti.

I progetti di internazionalizzazione saranno valutati dagli specialisti di Mediocredito Italiano sia dal punto di vista del merito creditizio, che sotto il profilo delle prospettive e dei piani di sviluppo dell’impresa.

Obiettivo dell’iniziativa: ampliare la gamma di prodotti e servizi offerti alle imprese italiane e mette a loro disposizione un’ulteriore opportunità  per la crescita e il consolidamento sui mercati esteri del “Made in Italy”.

Per ulteriori informazioni contattare lo 06-6736309 o scrivere a roma@sace.it 

 

CCIAA Roma: prorogata al 30 giugno 2012 la scadenza del bando “Roma fatti bella”

E’stato prorogato al 30 giugno 2012 il termine di presentazione delle istanze del Bando per il decoro urbano delle vie consolari.

La Camera di Commercio di Roma ha infatti pubblicato nei mesi scorsi il bando sul decoro urbano delle vie consolari per l’attuazione del progetto “Roma fatti bella”, iniziativa realizzata in collaborazione con Roma Capitale, con l’obiettivo di sostenere il comparto edile della Capitale.

La Camera, attraverso un’apposita convenzione stipulata con alcuni Istituti di Credito, garantisce il 50% dei finanziamenti ottenuti dai condomìni per il rifacimento delle facciate dei palazzi e l’ammodernamento degli impianti. I finanziamenti potranno avere un importo massimo di 400 mila euro e oltre alla garanzia camerale non sarà richiesta nessun’altra garanzia.

Roma Capitale, invece, contribuirà a questa iniziativa attraverso una riduzione dell’80% del canone di occupazione di suolo pubblico riservata a chi aderirà al bando.

Gli interventi ammessi al finanziamento:
A. Interventi per il miglioramento dell’estetica degli edifici:
1. Restauro e/o ripristino delle superfici esterne;
2. Restauro e/o ripristino degli elementi di finitura;
3. Riqualificazione, recupero, ristrutturazione e altri lavori comunque intesi sulle componenti edilizie;
4. Sostituzione di infissi, persiane e scuri delle parti comuni dell’edificio, in accordo con le normative sul risparmio energetico;
5. Rimozione di antenne singole e sostituzione con installazione di antenna centralizzata e adeguamento dell’impianto tv.

B. Interventi per il miglioramento tecnologico e del rendimento energetico, per la sicurezza e per la rimozione delle barriere architettoniche negli edifici:
1. Interventi sull’involucro edilizio con adeguamento alle norme sul risparmio energetico;
2. Interventi di sostituzione degli impianti di climatizzazione centralizzati in accordo con le normative sul risparmio energetico;
3. Installazione di impianti solari termici a servizio delle parti comuni dell’edificio;
4. Sostituzione degli impianti di illuminazione di parti comuni con impianti a Led, anche con sensori di presenza.
5. Realizzazione e/o aggiornamento degli impianti di sicurezza con adeguamento alla normativa vigente;
6. Rimozione delle barriere architettoniche con adeguamento alla normativa vigente.

L’intervento da realizzare deve comprendere necessariamente il restauro e/o il ripristino delle superfici esterne.

I beneficiari dell’intervento sono i condomìni di palazzi,ovvero, i proprietari unici di un intero edificio aventi destinazione prevalentemente abitativo/residenziale, che abbiano un ingresso, ovvero, almeno una facciata, anche laterale, sulle seguenti vie consolari di Roma e Provincia: Via Appia; Via Ardeatina; Via Aurelia; Via Casilina; Via Cassia; Via Claudia-Braccianese; Via Collatina; Via Flaminia; Via Labicana; Via Latina; Via Laurentina; Via Nemorense; Via Nomentana; Via Ostiense; Via Pontina; Via Portuense; Via Prenestina; Via Salaria; Via Severiana; Via Tiburtina; Via Trionfale; Via Tuscolana.

Per saperne di più: http://www.rm.camcom.it/archivio43_bandi-altri-bandi_0_27.html

 

Regione Lazio: progetto “Agisco”, 10 milioni di euro per la formazione in azienda

Filed under: News — Tag:, , , , — RCN @ 10:26

Dieci milioni di euro per la formazione nelle imprese del Lazio: è quanto prevede il bando “Agisco” (Apprendimento per generare innovazione, sviluppo delle competenze e occupazione) promosso dall’assessorato al Lavoro e formazione della Regione Lazio. L’intervento finanzia l’80% del costo dei progetti presentati, fino a un massimo di 200mila euro, per la riqualificazione del personale a tempo indeterminato, per la stabilizzazione dei precari, per le assunzioni o le mobilità e per la ricollocazione del personale in altre aziende. In generale, l’impegno della Regione finanzierà gli interventi di formazione con finalità di assunzione e di continuità occupazionale. Potranno partecipare tutte le aziende che hanno almeno una unità produttiva sul territorio regionale.

Le domande vanno presentate tramite Pec all’e-mail agisco@per.biclazio.it e la scadenza è fissata all’11 aprile 2012.

Per informazioni le imprese possono rivolgersi al numero verde 800 280 320 o consultare il sito web www.portalavoro.regione.lazio.it

 

 

 

27 febbraio 2012

Roma Capitale: 1 milione di euro per 25 nuove imprese giovanili

Filed under: News — Tag:, , , , — RCN @ 11:15

Sostenere l’imprenditoria giovanile con 1 milione di euro desinati a 25 nuove imprese giovanili che nasceranno sul nostro territorio, frutto dei progetti che hanno partecipato al bando delle idee per il Bene Comune. Questa l’iniziativa di Roma Capitale grazie al contributo della Regione Lazio.

Ad ognuna delle 25 imprese vincitrici, infatti, verranno consegnate 40 mila euro a fondo perduto, per un totale di 1 milione di euro, appunto. Queste 25 imprese saranno selezionate tra le prime 30 ingraduatoria che accederanno al corso di formazione per aspiranti imprenditori, e, successivamente, riceveranno anche tutoraggio e consulenza per lo star up della propria attività.

In prevalenza si tratta di progetti nell’ambito dei servizi informatici o culturali, ma non sono mancati ambiente e turismo tra i settori più battuti. Al primo posto l’idea di 3 donne capitanate da una trentenne, che daranno il via a un portale web per matrimoni eco sostenibili ed eco compatibili, attraverso un servizio di dropship, una modalità di e-commerce innovativa grazie alla quale il venditore vende un prodotto ad un utente finale, senza possederlo materialmente nel proprio magazzino; segue il progetto di tre giovanissimi, tra i 22 e i 23 anni, che propongono la rivendita di materiale di cancelleria riciclato e il ritiro del materiale di cancelleria esaurito attraverso distributori self service posizionati in centri a grande intensità abitativa (compresi uffici e scuole). Tra i progetti più curiosi, quello della realizzazione di un’applicazione per smartphone, tablet ecc. che aiuti a individuare i parcheggi liberi in zona tramite geolocalizzazione, registri l’inizio della sosta e consenta al termine di pagare via cellulare il parcheggio; quello del servizio di wedding planning per coppie straniere, in particolare cinesi; quello del bio giardino a domicilio e quello della raccolta domiciliare con successiva triturazione e trasformazione dei residui vegetali in ammendante compostato verde, cippato e/o pellettato. Obiettivo, dunque, del progetto: favorire l’occupazione giovanile e lo sviluppo economico del territorio.

Ulteriori informazioni su http://www.comune.roma.it/wps/portal/pcr

 

CCIAA Roma: prorogato il bando “Roma fatti bella” per riqualificare gli edifici delle vie consolari

La Camera di Commercio di Roma ha pubblicato il bando sul decoro urbano delle vie consolari per l’attuazione del progetto “Roma fatti bella”, iniziativa realizzata in collaborazione con Roma Capitale, al fine di sostenere il comparto edile della Capitale.

La CCIAA, infatti, attraverso un’apposita convenzione stipulata con alcuni Istituti di Credito, garantisce il 50% dei finanziamenti ottenuti dai condomìni per il rifacimento delle facciate dei palazzi e l’ammodernamento degli impianti. I finanziamenti potranno avere un importo massimo di 400 mila euro e oltre alla garanzia camerale non sarà richiesta alcun’altra garanzia.

Roma Capitale, invece, contribuirà a questa iniziativa attraverso una riduzione dell’80% del canone di occupazione di suolo pubblico riservata a chi aderirà al bando.

Questi gli interventi ammessi al finanziamento:
A. Interventi per il miglioramento dell’estetica degli edifici:
1. Restauro e/o ripristino delle superfici esterne;
2. Restauro e/o ripristino degli elementi di finitura;
3. Riqualificazione, recupero, ristrutturazione e altri lavori comunque intesi sulle componenti edilizie;
4. Sostituzione di infissi, persiane e scuri delle parti comuni dell’edificio, in accordo con le normative sul risparmio energetico;
5. Rimozione di antenne singole e sostituzione con installazione di antenna centralizzata e adeguamento dell’impianto tv.

B. Interventi per il miglioramento tecnologico e del rendimento energetico, per la sicurezza e per la rimozione delle barriere architettoniche negli edifici:
1. Interventi sull’involucro edilizio con adeguamento alle norme sul risparmio energetico;
2. Interventi di sostituzione degli impianti di climatizzazione centralizzati in accordo con le normative sul risparmio energetico;
3. Installazione di impianti solari termici a servizio delle parti comuni dell’edificio;
4. Sostituzione degli impianti di illuminazione di parti comuni con impianti a Led, anche con sensori di presenza.
5. Realizzazione e/o aggiornamento degli impianti di sicurezza con adeguamento alla normativa vigente;
6. Rimozione delle barriere architettoniche con adeguamento alla normativa vigente.
L’intervento da realizzare deve comprendere necessariamente il restauro e/o il ripristino delle superfici esterne.

I beneficiari dell’intervento sono i condomìni di palazzi,ovvero, i proprietari unici di un intero edificio aventi destinazione prevalentemente abitativo/residenziale, che abbiano un ingresso, ovvero, almeno una facciata, anche laterale, sulle seguenti vie consolari di Roma e Provincia: Via Appia; Via Ardeatina; Via Aurelia; Via Casilina; Via Cassia; Via Claudia-Braccianese; Via Collatina; Via Flaminia; Via Labicana; Via Latina; Via Laurentina; Via Nemorense; Via Nomentana; Via Ostiense; Via Pontina; Via Portuense; Via Prenestina; Via Salaria; Via Severiana; Via Tiburtina; Via Trionfale; Via Tuscolana.

E’ stato prorogato al 30 giugno 2012 il termine di presentazione delle istanze.

Per saperne di più: http://www.rm.camcom.it/archivio43_bandi-altri-bandi_0_27.html

 

 

 

Un fondo di 600 milioni per le imprese del Lazio

Filed under: RomaCrea Notizie OnLine — Tag:, , , , — RCN @ 11:09

L’accordo tra Unindustria e Banca Intesa Sanpaolo, recentemente stipulato, si inserisce nel panorama più generale degli attuali rapporti tra le imprese (in particolare quelle medie e piccole) e gli istituti di credito. Un rapporto problematico che rappresenta tuttavia una delle chiavi di volta, imprescindibili, per la ripresa dello sviluppo del Paese.

Nel caso specifico, l’intesa firmata da Unindustria ela Banca Sanpaolo si colloca in un certo senso a monte dell’erogazione materiale del credito alle Pmi e mira proprio a preparare il terreno perché domanda e offerta di finanziamenti possano svilupparsi nella maniera più organica possibile.

Vediamo in concreto che cosa significa. L’accordo si propone, pragmaticamente, di intensificare i rapporti banca-impresa in alcuni ambiti strategici, come il potenziamento dell’attività di dialogo, l’individuazione di specifiche aree di intervento, la valorizzazione del territorio.

Un fondo di 600 milioni di euro, infatti, viene stanziato dalla Banca a supporto della collaborazione per far crescere la dimensione delle imprese, sviluppare il loro capitale umano, introdurre la sostenibilità energetica quale fattore essenziale di sviluppo. Sono queste le aree strategiche e innovative del nuovo accordo, che si declinano in linee di intervento di finanza straordinaria, razionalizzazione organizzativa e applicazione delle tecniche manageriali di ottimizzazione della catena del valore, sostegno alla formazione dei dipendenti, al welfare aziendale e allo sviluppo occupazionale, finanziamenti e consulenze per una maggiore efficienza energetica ed eco-sostenibilità dell’azienda.

Un percorso, dunque, che se attuato concretamente, potrebbe agevolare il conseguimento di quell’obiettivo – la facilitazione degli iter di accesso al credito – che gli imprenditori considerano non più solo come un elemento portante nello sviluppo dell’impresa, ma in questa fase congiunturale un fattore spesso determinante per la loro stessa sopravvivenza.

Per ulteriori informazioni è possibile contattare lo 06 84499314

 

“Vasi Comunicanti”: finanziamenti a fondo perduto per progetti “in rosa”

Filed under: News — Tag:, , , , — RCN @ 11:08

Selezionare e incentivare progetti di creazione di impresa femminile: questo l’obiettivo del progetto Vasi Comunicanti, cofinanziato con i fondi Fse Por Lazio. Il bando prevede l’erogazione di contributi a fondo perduto per progetti di creazione d’impresa femminile e la fornitura di servizi gratuiti di supporto allo start up attraverso mentoring individuali, assistenza allo sviluppo del piano d’impresa e alla gestione amministrativa.

Possono presentare domanda le Pmi femminili da costituire o costituite dopo il 31 gennaio 2011, che abbiano sede legale e operativa nei Comuni di Pomezia, Pontinia, Latina, Cisterna di Latina, Aprilia, Ardea, Anzio, Nettuno, Albano, Ciampino, Genzano, Rocca Di Papa, Velletri, Ariccia, Artena, Cori, Lanuvio, Norma, Priverno, Sabaudia, Sermoneta, Sezze, Terracina, Sonnino.

I progetti possono ottenere un finanziamento minimo di 5mila euro fino a un massimo di 25mila euro a copertura del 70% delle spese ritenute ammissibili, come quelle direttamente collegate al ciclo aziendale, all’acquisto di beni materiali e immateriali a condizione che siano nuovi e spese relative alla sede operativa, localizzata in una delle aree territoriali indicate.

La presentazione dei progetti, il cui termine ultimo di invio è fissato per le ore 24 del prossimo 16 marzo, dovrà effettuarsi esclusivamente attraverso un’apposita procedura on line attiva sul sito Vasi Comunicanti  

 
Older Posts »
© 2017 Camera di Commercio di Roma - Qualunque utilizzo è vietato se non autorizzato dell'ente - Sito realizzato da Menexa
Informativa Privacy