Logo romaCrea Notizie
Pubblicazione della CCIAA di Roma a carattere economico - Registrazione del Tribunale di Roma n.266/2010 Direttore responsabile: Massimiliano Colella - Editore: Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura di Roma - Via de' Burrò, 147 00186 Roma - [t] 0652082979

27 febbraio 2012

Roma Capitale: 1 milione di euro per 25 nuove imprese giovanili

Filed under: News — Tag:, , , , — RCN @ 11:15

Sostenere l’imprenditoria giovanile con 1 milione di euro desinati a 25 nuove imprese giovanili che nasceranno sul nostro territorio, frutto dei progetti che hanno partecipato al bando delle idee per il Bene Comune. Questa l’iniziativa di Roma Capitale grazie al contributo della Regione Lazio.

Ad ognuna delle 25 imprese vincitrici, infatti, verranno consegnate 40 mila euro a fondo perduto, per un totale di 1 milione di euro, appunto. Queste 25 imprese saranno selezionate tra le prime 30 ingraduatoria che accederanno al corso di formazione per aspiranti imprenditori, e, successivamente, riceveranno anche tutoraggio e consulenza per lo star up della propria attività.

In prevalenza si tratta di progetti nell’ambito dei servizi informatici o culturali, ma non sono mancati ambiente e turismo tra i settori più battuti. Al primo posto l’idea di 3 donne capitanate da una trentenne, che daranno il via a un portale web per matrimoni eco sostenibili ed eco compatibili, attraverso un servizio di dropship, una modalità di e-commerce innovativa grazie alla quale il venditore vende un prodotto ad un utente finale, senza possederlo materialmente nel proprio magazzino; segue il progetto di tre giovanissimi, tra i 22 e i 23 anni, che propongono la rivendita di materiale di cancelleria riciclato e il ritiro del materiale di cancelleria esaurito attraverso distributori self service posizionati in centri a grande intensità abitativa (compresi uffici e scuole). Tra i progetti più curiosi, quello della realizzazione di un’applicazione per smartphone, tablet ecc. che aiuti a individuare i parcheggi liberi in zona tramite geolocalizzazione, registri l’inizio della sosta e consenta al termine di pagare via cellulare il parcheggio; quello del servizio di wedding planning per coppie straniere, in particolare cinesi; quello del bio giardino a domicilio e quello della raccolta domiciliare con successiva triturazione e trasformazione dei residui vegetali in ammendante compostato verde, cippato e/o pellettato. Obiettivo, dunque, del progetto: favorire l’occupazione giovanile e lo sviluppo economico del territorio.

Ulteriori informazioni su http://www.comune.roma.it/wps/portal/pcr

 

Un fondo di 600 milioni per le imprese del Lazio

Filed under: RomaCrea Notizie OnLine — Tag:, , , , — RCN @ 11:09

L’accordo tra Unindustria e Banca Intesa Sanpaolo, recentemente stipulato, si inserisce nel panorama più generale degli attuali rapporti tra le imprese (in particolare quelle medie e piccole) e gli istituti di credito. Un rapporto problematico che rappresenta tuttavia una delle chiavi di volta, imprescindibili, per la ripresa dello sviluppo del Paese.

Nel caso specifico, l’intesa firmata da Unindustria ela Banca Sanpaolo si colloca in un certo senso a monte dell’erogazione materiale del credito alle Pmi e mira proprio a preparare il terreno perché domanda e offerta di finanziamenti possano svilupparsi nella maniera più organica possibile.

Vediamo in concreto che cosa significa. L’accordo si propone, pragmaticamente, di intensificare i rapporti banca-impresa in alcuni ambiti strategici, come il potenziamento dell’attività di dialogo, l’individuazione di specifiche aree di intervento, la valorizzazione del territorio.

Un fondo di 600 milioni di euro, infatti, viene stanziato dalla Banca a supporto della collaborazione per far crescere la dimensione delle imprese, sviluppare il loro capitale umano, introdurre la sostenibilità energetica quale fattore essenziale di sviluppo. Sono queste le aree strategiche e innovative del nuovo accordo, che si declinano in linee di intervento di finanza straordinaria, razionalizzazione organizzativa e applicazione delle tecniche manageriali di ottimizzazione della catena del valore, sostegno alla formazione dei dipendenti, al welfare aziendale e allo sviluppo occupazionale, finanziamenti e consulenze per una maggiore efficienza energetica ed eco-sostenibilità dell’azienda.

Un percorso, dunque, che se attuato concretamente, potrebbe agevolare il conseguimento di quell’obiettivo – la facilitazione degli iter di accesso al credito – che gli imprenditori considerano non più solo come un elemento portante nello sviluppo dell’impresa, ma in questa fase congiunturale un fattore spesso determinante per la loro stessa sopravvivenza.

Per ulteriori informazioni è possibile contattare lo 06 84499314

 

Irfi: imprenditori stranieri a scuola di italiano

La conoscenza della lingua è un requisito necessario per un più agevole e completo inserimento professionale, culturale e sociale degli immigrati nel nostro Paese. Si fonda su questo presupposto l’accordo stipulato tra la società “Dante Alighieri” e l’Irfi, Azienda speciale della Camera di Commercio di Roma. Obiettivo primario del protocollo d’intesa è dar vita a un’azione sinergica tra i due Enti che consenta di realizzare iniziative sul territorio in tema di formazione linguistica, di orientamento civico e di formazione professionale rivolte ai cittadini di paesi terzi. In particolare, si punterà sulla partecipazione a bandi europei relativi alla formazione linguistica e sull’organizzazione di corsi di lingua italiana in base ai sei livelli di competenza previsti dal Quadro comune europeo di riferimento per le Lingue, anche nell’ambito del progetto “Formazione integrata per neo imprenditori immigrati”, previsto dall’Irfi con il contributo della Camera di Commercio di Roma. La società “DanteAlighieri”, invece, fornirà all’Irfi il materiale didattico per i corsi e nelle sessioni ordinarie accoglierà le iscrizioni degli studenti che vorranno sostenere l’esame di lingua italiana per il rilascio del certificato Progetto Lingua Italiana Dante Alighieri (PLIDA).

Sono tuttora aperte le iscrizioni alla prima iniziativa didattica del 2012, in programma dal 1° marzo al 31 maggio: un corso della durata di 44 ore, articolato in 22 lezioni, destinato a stranieri di età non inferiore ai 18 anni che non conoscono o conoscono poco la lingua italiana. Al termine del corso verrà rilasciato un attestato di frequenza.

Per ulteriori informazioni cliccare qui  

 

7 febbraio 2012

CCIAA Roma e Agci Lazio: al via i nuovi corsi gratuiti per immigrati aspiranti imprenditori

Filed under: News — Tag:, , , , , — RCN @ 15:23

Saperne di più dell’intricato mondo dell’impresa per l’immigrato aspirante imprenditore? Creare la propria impresa, gestirla e farla crescere? Stanno per partire i nuovi corsi gratuiti promossi dall’AGCI Lazio e dalla Camera di Commercio di Roma, finalizzati all’ “Alfabetizzazione di Impresa” dei cittadini immigrati. L’obiettivo principale dell’iniziativa è quello di promuovere la cultura d’impresa nei confronti degli stranieri che, sempre più presenti e protagonisti nel tessuto economico e sociale della provincia di Roma, necessitano di conoscere le regole per costituire un’impresa, alla luce delle novità introdotte dai recenti testi normativi in materia di impresa in genere e di società cooperativa in particolare. Scopo del progetto, infatti, è quello di sviluppare il livello di managerialità attraverso la formazione degli immigrati, aspiranti imprenditori o già operanti come tali, facendo loro acquisire una nuova “attitudine innovativa” assieme a tutti gli strumenti indispensabili per il corretto sviluppo e gestione di un’attività di impresa cooperativa in modo da avvicinare i cittadini immigrati alla cultura d’impresa e di facilitare il loro percorso autoimprenditoriale.

Il corso si suddivide in tre edizioni riguardante la Costituzione Italiana, il diritto del lavoro, il diritto societario, le possibilità di accesso ai finanziamenti pubblici, la contrattualistica e i rapporti di lavoro, la sicurezza e salute dei lavoratori, il bilancio, la contabilità, il marketing e la comunicazione di impresa, lo start up, il business plan e l’internazionalizzazione. I corsi sono gratuiti e hanno durata di 30 ore per ogni edizione. Alla fine di ogni corso gli allievi otterranno un attestato di partecipazione e potranno usufruire dell’assistenza personalizzata dello Sportello di Promozione di Impresa dell’AGCI Lazio, che potrà accompagnare alla costituzione di impresa coloro che vorranno mettere in atto la propria idea imprenditoriale.

Per informazioni e per scaricare la scheda di prenotazione consultare il sito web www.agcilazio.it o scrivere a info@agcilazio.it

E’ anche possibile contattare i numeri 06 40500200  o lo 06 40500200  

 

2 febbraio 2012

CCIAA Roma: caccia a 10 aspiranti o neo imprenditori e imprenditrici

Filed under: News — Tag:, , , , , — RCN @ 12:15

Si chiama “Percorsi imprenditoriali al femminile: cultura d’impresa e mentoring” il progetto della Camera di Commercio di Roma e del Comitato Imprenditoria Femminile finalizzato alla promozione e al sostegno dell’imprenditorialità, della creazione e dello start-up di nuove imprese, attraverso l’attivazione di servizi integrati di informazione, orientamento, formazione, assistenza tecnica e accompagnamento gratuiti, con l’ulteriore scopo di promuovere e diffondere l’attività di “orientamento al ruolo imprenditoriale” sin dall’educazione scolastica.

Obiettivo principale dell’iniziativa, infatti, è quello di individuare nel territorio di Roma e provincia dieci aspiranti imprenditori/imprenditrici e/o neo imprenditori/imprenditrici in possesso dei seguenti requisiti:

• Per gli aspiranti imprenditori/imprenditrici, i partecipanti devono dimostrare di aver compiuto 18 anni di età e di non aver raggiunto l’età pensionabile secondo la legislazione italiana; i cittadini extracomunitari (non appartenenti ad uno dei Paesi dell’Unione Europea e che non abbiano passaporto italiano), devono essere in possesso di regolare permesso di soggiorno, con validità di almeno 6 mesi; i partecipanti devono impegnarsi a prendere parte gratuitamente e senza alcun rimborso a tutte le attività del progetto.

• Per i neoimprenditori, invece, è necessario essere titolari o amministratori di una o più imprese da non più di 12 mesi; impegnarsi a partecipare gratuitamente e senza alcun rimborso a tutte le attività del progetto.

Le domande vanno inviate entro le ore 12 del 15 febbraio 2012.

Per ulteriori informazioni e per scaricare il modulo di partecipazione è possibile consultare il portale della CCIAA di Roma all’indirizzo web www.rm.camcom.it

 

22 dicembre 2011

Imprese: l’innovazione si chiama moneta complementare

Filed under: News — Tag:, , , — RCN @ 10:31

Si chiamava baratto, oggi si chiama scambio o compensazione multilaterale, barter trade o corporate barter negli Usa. Ma di cosa si tratta? Di un nuovo strumento di commercio che offre alle imprese maggiore liquidità e maggiore capacità di attrarre nuova clientela. In che modo? Permettendo alle aziende associate ad un network organizzato di acquistare, presso fornitori qualificati del network, beni e servizi necessari alla propria attività senza esborso monetario, ma pagando con la vendita di propri beni e servizi a nuovi clienti conosciuti grazie al network. Ciò significa trasformare acquisti a budget in fatturato incrementale ovvero acquisti necessari in nuovi clienti, ma significa anche trasformare giacenze di magazzino o capacità produttiva in maggiore potere d’acquisto.

Tutto questo è possibile grazie alla moneta complementare che regola le transazioni all’interno del network e che consente ai venditori di non dover accettare, come contropartita della vendita, la merce offerta dagli acquirenti. Infatti, i venditori possono sfruttare il credito commerciale acquisito per comprare ciò di cui necessitano presso qualsiasi fornitore del network. Più facile a dirsi che a farsi, lo sanno bene gli oltre 200 imprenditori e professionisti che hanno partecipato al Business Meeting organizzato dal Business Exchange Business (BexB) a Roma, lo scorso primo dicembre. L’evento ha rappresentato l’occasione per conoscere nuovi clienti, fornitori e partner, ma soprattutto l’opportunità di incrementare i propri affari in moneta complementare.

Gli imprenditori associati a BexB non fanno altro che canalizzare una parte dei propri acquisti all’interno del network: in questo modo risparmiano liquidità e conoscono nuovi clienti. A supporto di ogni azienda un trader dedicato si occupa di promuovere le aziende nel circuito e di facilitarne le trattative. Una serie di strumenti promozionali sono inoltre a disposizione di ogni associato: la vetrina aziendale in area riservata, la newsletter verso gli associati e la partecipazione gratuita ai meeting organizzati periodicamente nelle principali città italiane. Durante l’ultimo meeting, BexB ha organizzato 439 incontri tra le oltre 90 imprese presenti sulla base delle richieste precedentemente manifestate da ogni associato.

Per ulteriori informazioni contattare lo 030 3750914

 

Aumentano gli imprenditori stranieri in Italia. Per loro nasce “Start it Up”

Saranno 400 i cittadini extracomunitari, con regolare permesso di soggiorno, che avranno la possibilità di beneficiare dei servizi di accompagnamento previsti dal progetto Start it Up nato dalla collaborazione tra Ministero del Lavoro e Unioncamere. Obiettivo: favorire il percorso di integrazione e crescita professionale degli immigrati attraverso un percorso di orientamento e di formazione finalizzato ad accrescere le attitudini imprenditoriali e le competenze manageriali di base necessarie per l’avvio e la gestione di un’attività imprenditoriale.

Il progetto, che partirà nel 2012 informa sperimentale,  interesserà le Camere di commercio di Ancona, Bari, Bergamo, Catania, Milano, Roma, Torino, Udine, Verona, Vicenza, mentre i fondi a disposizione ammonteranno a 800mila euro, provenienti dal Fondo delle politiche Migratorie – anno 2010 – del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali.

La propensione imprenditoriale in Italia degli immigrati, del resto, assume anno dopo anno sempre maggior rilevanza: tra settembre 2010 e settembre 2011 le cariche di titolari e soci di impresa ricoperte da cittadini stranieri sono aumentate del 6%.

Tra queste, gli immigrati extracomunitari hanno superato le 332mila unità, con un aumento del 6,6% nello stesso periodo.

Allegato 1

Allegato 2

 

 

26 ottobre 2011

CCIAA Roma: le imprese “rosa” aumentano a un ritmo più che doppio rispetto alla media italiana

Filed under: News — Tag:, , , — Ursula Pala @ 16:50

Tra giugno 2010 e giugno 2011 le imprese femminili, in provincia di Roma, sono aumentate del 2% a fronte di una variazione media nazionale dello 0,7%. Questo il dato più significativo che emerge dal “Report sull’imprenditoria femminile”, realizzato dall’Ufficio Studi della Camera di Commercio di Roma e consultabile sul portale dell’Istituzione all’indirizzo web www.rm.camcom.it, sezione “Economia e statistica”, link “Report sistema produttivo”.

A fine giugno 2011 risultano registrate alla Camera di Commercio di Roma 97.351 imprese, 1.886 in più rispetto al dato del 30 giugno 2010. In Italia, nello stesso periodo, le imprese femminili sono aumentate di 9.815 unità: in sostanza, 19 nuove imprese femminili ogni 100 registrate nel nostro Paese, risultano insediate nel territorio della provincia di Roma. La quota “rosa” sul totale delle aziende romane si attesta al 21,7%, con segnali incoraggianti di “sopravvivenza” alla crisi: le cessazioni, nel periodo considerato, sono infatti in calo del 2,2% a fronte di un dato nazionale di segno opposto (+4,9%).

La distribuzione delle imprese tra i diversi settori di attività economica evidenzia come il commercio sia il comparto a maggiore concentrazione di imprese “rosa” (32% del totale), seguito dalle attività di servizi di alloggio e ristorazione (9,2%), dalle altre attività di servizi (8,1%) e dal settore delle costruzioni (6,3%). Nei 12 mesi analizzati, tutte le forme giuridiche presentano variazioni di segno positivo: +3,9% le società di capitale, +1,6% le imprese individuali, +3,6% altre forme d’impresa (unico dato negativo per le società di persone con un -0,7%). La forma giuridica più diffusa, 45,8% del totale, resta l’impresa individuale, sebbene la notevole espansione delle società di capitale rappresenti un chiaro segnale della preferenza crescente, espressa anche dall’imprenditoria femminile, verso organizzazioni d’impresa più complesse e strutturate.

 

Sei un’impresa in start-up? Dalla CCIAA di Roma fondi di garanzia per l’accesso al credito

La Camera di Commercio di Roma, nell’ambito delle proprie finalità istituzionali a supporto dell’economia locale, ha istituito un fondo di garanzia di 10 milioni di euro per sostenere le nuove imprese. La CCIAA intende sostenere interventi qualificati finalizzati alla ripresa della produttività, del benessere e dello sviluppo locale, attraverso la promozione di nuove realtà imprenditoriali e la predisposizione di nuovi percorsi di crescita che coinvolgano aspiranti imprenditori e imprenditrici, anche immigrati. 

L’iniziativa

L’Istituzione, infatti, consapevole delle difficoltà finanziarie e non, che i neoimprenditori incontrano nella fase di avvio della propria attività, intende garantire agli stessi la possibilità di accedere a finanziamenti bancari soprattutto nel caso in cui non dispongano di solide garanzie patrimoniali e si è, quindi, resa garante delle linee di credito concesse dalle banche alle aziende offrendo anche altri servizi quali:

• assistenza alla definizione del progetto e alla redazione del business plan;
• assistenza amministrativa;
• verifica della fattibilità economico finanziaria;
• monitoraggio del progetto realizzato (attività di tutoraggio).

Finanziamenti ammessi

Finanziamento da 5 a 10 anni fino al 70% del piano investimenti, per un massimo di 30mila euro per le imprese individuali e 80mila euro per le società e le cooperative. I finanziamenti dovranno essere finalizzati a:

– spese per investimenti relativi all’acquisto di beni materiali e immateriali a utilità pluriennale;
– costi di avviamento e/o gestione (escluso il personale) in misura non superiore al 30% del piano di investimenti.

I destinatari

Imprese individuali, società e cooperative costituite da:

• giovani fino ai 36 anni;
• donne;
• immigrati.

Le imprese che possono accedere all’iniziativa devono essere costituite da non più di 12 mesi.

A chi rivolgersi

Per accedere all’iniziativa è possibile rivolgersi all’apposito sportello della CCIAA di Roma presso la sede di Via Capitan Bavastro 116, stanza 208 – II piano, tutti i giorni nei seguenti orari: la mattina, dalle 9,30 alle 12,30, e il pomeriggio, dalle 14 alle 17 (solo su appuntamento chiamando il numero verde Bic Lazio 800 280 320).

Telefono: 0652082835 dalle 9.30 alle 12.30


Importante
: se sei un aspirante imprenditore puoi recarti allo sportello e ricevere, così, assistenza per la costituzione e l’avvio dell’impresa. Se sei, invece, un’impresa costituita da non più di 12 mesi puoi recarti allo sportello per presentare il tuo business plan e verificare le caratteristiche necessarie per accedere al finanziamento.

Maggiori informazioni su http://www.rm.camcom.it/pagina729_fondi-di-garanzia-per-laccesso-al-credito-delle-nuove-imprese.html

 

27 settembre 2011

CCIAA Roma: riapre lo sportello per la creazione e lo sviluppo d’impresa

Lunedì 3 ottobre 2011 riapre lo sportello per la creazione e lo sviluppo d’impresa, presso la Camera di Commercio di Roma (sede di Via Capitan Bavastro 116), realizzato e gestito da Asset Camera, Azienda speciale della CCIAA capitolina, in collaborazione con Bic Lazio.

Del personale specializzato offrirà servizi di orientamento, accompagnamento e informazioni utili alla costituzione d’impresa. Ma non solo. Lo sportello è un utile strumento di sostegno per il potenziale industriale (assistenza nella definizione dell’idea imprenditoriale), ma anche per l’azienda esistente, per l’individuazione – ad esempio – delle modalità di accesso a opportunità di finanziamento.

Ogni utente, oltre alle informazioni di base, potrà avvalersi (ove fosse interessato) di colloqui individuali, così da capire le criticità e le opportunità legate al suo progetto imprenditoriale e verrà aiutato nella stesura e razionalizzazione di un piano di fattibilità dell’investimento e nell’analisi degli strumenti di finanziamento esistenti. Il futuro imprenditore, successivamente, sarà anche assistito per quanto riguarda la registrazione della propria impresa, l’apertura della partiva Iva e per l’avvio, infine, dell’attività aziendale.

Presso lo sportello verranno anche organizzate attività di animazione imprenditoriale – come gli incontri “Focus Informa”, appuntamenti collegiali di informazione sulle opportunità di sviluppo e creazione d’impresa.


Per ulteriori informazioni consultare il sito http://www.rm.camcom.it/pagina186_sportello-per-la-creazione-e-lo-sviluppo-di-impresa.html

 

 
© 2017 Camera di Commercio di Roma - Qualunque utilizzo è vietato se non autorizzato dell'ente - Sito realizzato da Menexa
Informativa Privacy