Logo romaCrea Notizie
Pubblicazione della CCIAA di Roma a carattere economico - Registrazione del Tribunale di Roma n.266/2010 Direttore responsabile: Massimiliano Colella - Editore: Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura di Roma - Via de' Burrò, 147 00186 Roma - [t] 0652082979

22 aprile 2013

ItaliaCamp dà il via al concorso “La tua idea per il paese”

Selezionare le migliori 10 idee di policy e 10 di business che saranno coinvolte, nel mese di novembre, in un road show internazionale, che avrà il suo punto d’approdo negli Stati Uniti. Questo tra i nuovi obiettivi della Fondazione ItaliaCamp che, attraverso la terza edizione del concorso “La tua idea per il Paese”, intende estendersi su scala internazionale, coinvolgendo le più prestigiose università, realtà imprenditoriali, culturali e istituzionali.

Il bando si rivolge a tutte  le  persone  fisiche  e  giuridiche purché  godano  dei  diritti  civili  e politici  del  proprio  paese  d’appartenenza e  non abbiano condanne  penali  passate  in  giudicato. Con riferimento alle persone giuridiche, tali requisiti si intendono riferiti ai propri amministratori e  legali rappresentanti. Ogni partecipante potrà presentare, in forma individuale o collettiva, esclusivamente un’idea.

Le idee dovranno avere a oggetto una o più delle seguenti aree di interesse:

  • impresa e lavoro;
  • politica, istituzioni e pubbliche amministrazioni;
  • ambiente ed energia;
  • infrastrutture;
  • economia e finanza;
  • ricerca e scienza;
  • tecnologia;
  • cultura e sociale.

Tra tutti i partecipanti ne saranno selezionati 200, che saranno coinvolti in due tappe americane (9-16 novembre 2013):

  • Washington – consentirà di presentare i migliori progetti di policy e di ricerca per il lancio di una proposta sul tema New deal del Lavoro;
  • New York – ai giovani aspiranti startupper sarà data l’opportunità di presentarsi a investitori, rappresentanti dell’impresa e delle istituzioni cui proporre la realizzazione della propria idea.

Le  idee  raccolte  dovranno  essere  presentate entro il 5 agosto 2013.

Il regolamento completo è consultabile sul sito di ItaliaCamp, nella sezione dedicata a La tua idea per il paese #3 – Usa Camp

Per ulteriori informazioni contattare lo 06 85225431 

 

 

27 marzo 2013

CCIAA Roma: un bando per favorire l’internazionalizzazione delle Pmi

La Camera di Commercio di Roma, nell’ambito delle proprie funzioni di promozione dei percorsi e dei processi di internazionalizzazione a favore delle micro, piccole e medie imprese della provincia di Roma, ha indetto un bando, con l’intento di favorire lo sviluppo di relazioni e di scambio con l’estero e offrire alle imprese del territorio servizi specialistici di assistenza e di supporto. Attraverso, infatti, l’erogazione di un contributo, sotto forma di voucher, si potranno acquistare e attivare servizi di assistenza diretta, la partecipazione a fiere e missioni imprenditoriali all’estero in forma coordinata e la partecipazione a incoming di operatori esteri a Roma.

Per raggiungere tali finalità, la Camera si avvale dell’Agenzia per l’internazionalizzazione S.C.p.A., quale soggetto attuatore.

Maggiori informazioni su http://www.rm.camcom.it/archivio43_bandi-altri-bandi_0_46_82_1.html

 

27 marzo 2012

Sace e gruppo Intesa-San Paolo: 500 milioni di euro per le Pmi

Sace, il gruppo assicurativo-finanziario attivo nell’export credit, nell’assicurazione del credito, nella protezione degli investimenti, nelle garanzie finanziarie, nelle cauzioni e nel factoring, ha sottoscritto un accordo con il gruppo Intesa Sanpaolo che mette a disposizione un plafond di 500 milioni di euro per l’internazionalizzazione delle Pmi italiane.

I finanziamenti sono destinati alle imprese con fatturato sotto i  250 milioni di euro, interessate a investire all’estero in varie attività, tra cui: acquisto, riqualificazione o rinnovo di impianti, macchinari, attrezzature industriali e commerciali; promozione, pubblicità, tutela di marchi e brevetti, ricerca, sviluppo e partecipazione a fiere internazionali;  acquisizione di partecipazioni non finanziarie all’estero;  acquisto di terreni e loro riqualificazione, immobili e loro ristrutturazioni; accordi di cooperazione e di joint venture con imprese estere.

I finanziamenti saranno erogati da Mediocredito Italiano per importi tra i 250mila e i 5 milioni di euro, attraverso il nuovo prodotto International+ con garanzia Sace fino al 70%, e avranno una durata compresa tra i 3 e i 5 anni.

Oltre alla garanzia rilasciata da Sace, che consentirà alla banca di finanziare i progetti di internazionalizzazione fino all’80% del costo senza garanzie reali quali pegni e ipoteche, l’impresa potrà ottenere un’assistenza personalizzata sul progetto di sviluppo all’estero, anche grazie alle analisi dell’Ufficio studi di Sacee del Servizio Internazionalizzazione di Intesa Sanpaolo su scenari economici, mercati, rischi e opportunità di crescita connessi ai suoi progetti.

I progetti di internazionalizzazione saranno valutati dagli specialisti di Mediocredito Italiano sia dal punto di vista del merito creditizio, che sotto il profilo delle prospettive e dei piani di sviluppo dell’impresa.

Obiettivo dell’iniziativa: ampliare la gamma di prodotti e servizi offerti alle imprese italiane e mette a loro disposizione un’ulteriore opportunità  per la crescita e il consolidamento sui mercati esteri del “Made in Italy”.

Per ulteriori informazioni contattare lo 06-6736309 o scrivere a roma@sace.it 

 

26 marzo 2012

Sprint Lazio: Sportello Regionale per l’Internazionalizzazione. Al via corsi di formazione e assistenza online per le PMI del Lazio

Due le iniziative in programma per tutto il 2012: il V ciclo dei seminari IntFormatevi, progetto realizzato da SprintLazio, ICE – Istituto nazionale per il Commercio Estero, Unioncamere Lazio e BIC Lazio, in qualità di partner  della rete Enterprise Europe Network (EEN) nell’ambito delle attività congiunte a sostegno dell’internazionalizzazione dei sistemi produttivi locali, che si rivolge alle PMI laziali che intendano dare una dimensione internazionale alla propria attività; e Sprint Export, iniziativa promossa da Regione Lazio, Ministero dello Sviluppo Economico, Sviluppo Lazio e Istituto nazionale per il Commercio Estero nell’ambito dell’Accordo di Programma, in collaborazione con  Unioncamere Lazio e la rete delle Camere di Commercio del Lazio.

La prima iniziativa è un percorso formativo, strutturato in 14 workshop gratuiti, che si rivolgono a imprenditori, dirigenti e quadri d’impresa di aziende laziali e riguardano temi di interesse strategico per affrontare i percorsi di internazionalizzazione. Le giornate formative sono organizzate a rotazione nelle cinque province regionali con il contributo del sistema delle Camere di Commercio del Lazio.

Nell’ambito del calendario saranno organizzati, inoltre, degli incontri itineranti conla SIMEST, Società Italiana per le Imprese all’Estero, al fine di far conoscere gli strumenti a sostegno delle imprese nei mercati internazionali.

La seconda iniziativa, invece, è un servizio di assistenza on line rivolto alle piccole e medie imprese del Lazio che intendono avviare programmi di internazionalizzazione industriale o commerciale.

Pochi e semplici passaggi, dunque, attivano un sistema che permette a ogni azienda, regolarmente iscritta alla Camera di Commercio, di ottenere da parte di un pool di esperti, pareri su tematiche a carattere internazionale.

Sprint Export, infatti, permette all’impresa, una volta registrata, di accedere al servizio con proprie username e password e di presentare un numero illimitato di richieste di consulenza gratuita su tematiche legate all’export e all’internazionalizzazione d’impresa. La risposta ai quesiti verrà inoltrata all’azienda direttamente via e-mail.

Il servizio, a cui si accede attraverso il portale di SprintLazio – Sportello regionale per l’internazionalizzazione è gratuito.

Tra le tematiche affrontate:

  • Dogane, Logistica e Trasporti
  • Contrattualistica internazionale
  • Fiscalità internazionale
  • Marketing internazionale
  • Tutela di Marchi e Brevetti

Possono partecipare tutte le società con almeno una sede operativa nella regione Lazio e iscritte al Registro Imprese di una delle Camere di Commercio del Lazio.

Per informazioni e adesioni al V ciclo di seminari Intformatevi rivolgersi a Unioncamere Lazio allo 06 69940153 / 6794875  – areaestero@unioncamerelazio.it o a Sprint Lazio allo 06 84568.607/266  – sprintlazio@agenziasviluppolazio.it

Per accedere al servizio di assistenza export on line : www.sprintlazio.it/sprintexport

 

 

28 novembre 2011

Alleanza tra Unioncamere e Rete Imprese Italia per diffondere le reti d’impresa

Accompagnare e sostenere le imprese nei processi di aggregazione e di collaborazione puntando a una innovazione del sistema esistente. Questi gli obiettivi principali del Protocollo di intesa siglato da Unioncamere e da Rete Imprese Italia. Attraverso le reti d’impresa, infatti, si consente alla piccola azienda di fare quello che fa la grande: investire nella produzione di nuove conoscenze e relazioni per poter operare su scala internazionale, cercare nuovi interlocutori, nuovi mercati e sperimentare soluzioni originali e innovative, per l’impresa e per il territorio, avere con il mondo del credito un rapporto più favorevole in termini di accesso, di tassi di interesse e di erogazioni.
I sottoscrittori dell’accordo, individuando nell’aggregazione in rete delle imprese italiane un valido strumento per il recupero della competitività del sistema produttivo, hanno concordato pertanto di:

  • programmare e realizzare attività seminariali, anche a livello territoriale, sulle tematiche legate alle reti per sensibilizzare e informare le imprese;
  • promuovere, a livello locale, la nascita di incubatori di rete con l’obiettivo di accompagnare le imprese nei complessi processi aggregativi e stimolare la nascita di reti e aggregazioni;
  • promuovere attività di ricerca al fine di studiare, a livello locale, le dinamiche organizzative in atto nei distretti e nelle filiere produttive, con particolare attenzione alla costruzione di reti interregionali e internazionali;
  • realizzare un approfondimento sugli strumenti giuridici esistenti utilizzati dalle imprese (consorzi, trust, joint venture, contratti di rete, ecc.);
  • effettuare un monitoraggio sull’utilizzo del contratto di rete, con un’analisi delle potenzialità e dei limiti dello strumento;
  • favorire la creazione di strumenti condivisi di dialogo on line per agevolare il confronto fra imprese, fra queste e le aggregazioni già esistenti, fra imprese e aggregazioni con il sistema delle cinque Confederazioni costituenti ReteImprese Italia e il sistema delle Camere di commercio.

Per ulteriori informazioni contattare lo 06 98378014

 

9 novembre 2011

Bic Lazio: workshop sulla concorrenza sleale e il commercio elettronico

Filed under: News — Tag:, , , , — RCN @ 15:52

Il prossimo 15 novembre, a Roma, presso l’Incubatore ITech di BIC Lazio al Tecnopolo Tiburtino, in Via G. Peroni, 442/444, si svolgerà il seminario dal titolo “Concorrenza sleale e commercio elettronico”.

Il workshop è l’undicesimo appuntamento del IV ciclo dei seminari IntFormatevi, un’iniziativa realizzata da SprintLazio, BIC Lazio ed ex-ICE|Ministero dello Sviluppo Economico, nell’ambito delle attività congiunte a sostegno dell’internazionalizzazione dei sistemi produttivi locali e delle imprese laziali.

Il percorso formativo per il 2011 è organizzato in collaborazione con Unioncamere Lazio e BIC Lazio, in qualità di partner di EEN (Enterprise Europe Network) ed è strutturato in workshop gratuiti che si rivolgono a imprenditori, dirigenti e quadri d’impresa di aziende laziali. Le giornate formative sono organizzate a rotazione nelle cinque province del Lazio con il contributo delle Camere di Commercio.

Nel corso del seminario “Concorrenza sleale e commercio elettronico” verranno illustrate le azioni che costituiscono atti di concorrenza sleale e i principali rimedi contro tali atti, oltre che le modalità per chiedere il risarcimento del danno.

In ambito economico-produttivo la concorrenza sleale è l’utilizzo di tecniche e mezzi illeciti per ottenere un vantaggio sui competitori o per arrecare loro un danno. L’azione di concorrenza sleale viene sempre cumulata alle azioni di contrasto a violazioni di diritti registrati, spesso associate alla violazione di know-how e trade secrets. Esempi di concorrenza sleale sono l’utilizzo di nomi o marchi che ricordino quelli di altre aziende (fino ad arrivare alla contraffazione) o la diffusione di informazioni che gettino discredito sulle attività dei concorrenti.

La partecipazione al seminario è gratuita. Per motivi organizzativi, le imprese interessate a partecipare devono compilare la scheda di adesione scaricabile dal seguente link http://lazioeuropa.biclazio.it/home.asp?cat=727&mode=dettaglio&id=876 e rinviarla entro le ore 12 del 14 novembre 2011 all’indirizzo e-mail: een@biclazio.it



 

7 ottobre 2011

Regione Lazio: bando sul fondo rotativo per le piccole e medie imprese

Filed under: News — Tag:, , , , , — RCN @ 11:59

La Regione Lazio ha istituito il Fondo rotativo per le PMI con l’obiettivo di razionalizzare il complesso degli interventi regionali in materia di sostegno all’accesso al credito delle piccole e medie imprese. Tra le spese ammissibili sono, infatti, considerati come priorità gli interventi inerenti:

  • ampliamento, ricostruzione, riconversione, riqualificazione e ammodernamento della struttura produttiva;
  • innovazione tecnologica e rafforzamento della competitività;
  • rafforzamento della gestione finanziaria;
  • internazionalizzazione;
  • sviluppo e consolidamento delle nuove imprese.

I progetti che possono essere oggetto di finanziamento riguardano le fasi di progettazione ingegneristica (direzione dei lavori, studi di fattibilità economico finanziaria e valutazione dell’impatto ambientale); l’acquisto e ristrutturazione dei locali aziendali, i macchinari, gli impianti e le attrezzature nuovi di fabbricazione nonchè mobili e arredi e beni per i servizi sanitari e assistenziali.

Saranno inoltre accolte le richieste di finanziamento per programmi informatici, brevetti, banche dati, know-how e licenze d’uso, insieme a costi di ricerca industriale e sviluppo sperimentale.

In sostanza quasi tutte gli investimenti potrebbero rientrare nel fondo, che finanzia anche i costi di personale interno fino al 50%, per le imprese con meno di 50 dipendenti.

Le piccole e medie imprese ammesse sono quelle iscritte nel registro delle imprese, che non si trovino in condizioni di fallimento, difficoltà o in condizioni che impediscano la fruizione di fondi pubblici. Inoltre, per le richieste di importo complessivo superiore ai 200mila euro, le imprese dovranno avere un rapporto fra patrimonio netto e attivo patrimoniale non inferiore al 5%.

A causa del malfunzionamento della procedura telematica per la prenotazione dei finanziamenti, è possibile presentare la domanda di partecipazione al bando a partire dall’ 8 ottobre 2011 fino al 15 gennaio 2012 o fino a esaurimento delle risorse finanziarie disponibili, in formato cartaceo e copia informatica (formato pdf su un CD-ROM). 

La documentazione dovrà avvenire esclusivamente tramite posta Raccomandata A/R., pena l’esclusione, al seguente indirizzo:

Sviluppo Lazio SpA
Fondo Rotativo Pmi – Attività Produttive
Via Vincenzo Bellini, 22 – 00198 ROMA

 Per saperne di più  http://www.biclazio.it/it/canali/finanziare-lavvio-e-la-crescita/industria/fondo-rotativo-pmi—attivita-produttive.bic

 

24 giugno 2011

Unioncamere Lazio: torna l’appuntamento annuale con il Workshop Turistico Internazionale Buy Lazio

Filed under: RomaCrea Notizie OnLine — Tag:, — RCN @ 13:01

In programma  nella Provincia di Frosinone, dal 15 al 18 settembre 2011, la quattordicesima edizione del Workshop Turistico Internazionale Buy Lazio.

L’iniziativa, promossa e organizzata da Unioncamere Lazio, in collaborazione con l’assessorato al Turismo della Regione Lazio, l’Ente nazionale italiano per il Turismo (Enit), le Camere di Commercio del Lazio, e le associazioni di categoria del turismo, offre agli operatori laziali ammessi a partecipare l’opportunità di incontrare i buyer del mercato europeo.

Obiettivo del progetto, infatti, è quello di presentare ai mercati esteri l’offerta turistica di tutta la regione Lazio, promuovendo un prodotto turistico diversificato e di alta qualità, in linea con i desideri e i bisogni della domanda turistica nazionale e internazionale.

Al fine di assicurare il massimo valore aggiunto all’appuntamento e rendere gli incontri “b2b” il più possibile aderenti alle esigenze degli operatori territoriali, i buyer provenienti dal mercato europeo saranno selezionati sulla base delle indicazioni che i seller forniranno attraverso i dati inseriti nella scheda di adesione.
La novità di questa edizione è l’agenda di appuntamenti: buyers e sellers potranno richiedersi vicendevolmente degli incontri che si concretizzeranno durante la giornata del workshop attraverso un sistema informatico appositamente predisposto le cui modalità di attivazione saranno comunicate in seguito all’ammissione dell’impresa.

Informazioni sul sito camerale http://www.rm.camcom.it/archivio63_fiere-e-mostre_0_63_684_1.html

Per maggiori delucidazioni visitare anche la pagina web  http://www.unioncamerelazio.it/attivita_promozionali/mostre_fiere_e_missioni/xiv_workshop_turistico_internazionale_buy_lazio

 

 

19 aprile 2011

Imprese laziali: nasce SprintExport, servizio di consulenza gratuita

Filed under: RomaCrea Notizie OnLine — Tag:, — RCN @ 15:19

E’ operativo SprintExport, un servizio di consulenza telematica dedicato alle aziende laziali che intendono avviare, o che abbiano già avviato, progetti imprenditoriali di penetrazione nei mercati esteri.

L’iniziativa, promossa dalla Regione Lazio, dal ministero dello Sviluppo economico e dall’Istituto nazionale per il commercio estero, in collaborazione con Unioncamere Lazio e con la rete delle Camere di commercio del Lazio, è un servizio gratuito, veloce e di facile fruizione, aperto a tutte le imprese regolarmente iscritte alle Camere di commercio della regione, a cui è possibile accedere attraverso il portale di SprintLazio, lo sportello regionale per l’internazionalizzazione, all’indirizzo www.sprintlazio.it/sprintexport.

Una volta registrata, l’impresa usufruirà del servizio con proprie username e password e potrà presentare un numero illimitato di richieste di consulenza, in ambito di export e internazionalizzazione, su una vastissima gamma di argomenti: dalla contrattualistica alla fiscalità, dalla logistica ai trasporti, alle dogane ai brevetti e al marketing, solo per fare alcuni esempi. Un pool di esperti offrirà consulenza professionale e risponderà ai quesiti via e-mail.

Obiettivo, dunque, del progetto è non solo dare il massimo impulso ai processi di internazionalizzazione, ma anche offrire un adeguato supporto alle aziende, mettendole nelle migliori condizioni per essere sempre più protagoniste sui mercati internazionali.

Per maggiori informazioni consultare il sito http://www.sprintlazio.it/

 

29 marzo 2011

Regione Lazio: parte il bando “EXPROM” – Executive Program per l’internazionalizzazione

Filed under: RomaCrea Notizie OnLine — Tag: — RCN @ 10:06

La Regione Lazio, nell’ambito dell’Accordo di Programma 2010 con il Ministero dello Sviluppo Economico, promuove il bando “EXPROM” – Executive Program per l’internazionalizzazione, corso di formazione gratuito, articolato in 10 moduli, finalizzato a formare figure qualificate ed efficienti, esperte in materia di internazionalizzazione. Il progetto, organizzato attraverso l’Istituto nazionale per il commercio estero, Ice e Sviluppo Lazio Spa, in collaborazione con Sace, Simest, Bnl Gruppo Bnp Paribas e Unicredit, si rivolge a tutte le imprese laziali che desiderano accrescere le loro vendite all’estero e devono, per questo, organizzare e dirigere le varie e complesse attività ad esse connesse.

La domanda di partecipazione deve pervenire entro il 15 aprile 2011.

I soggetti beneficiari sono:

1. le micro, piccole e medie imprese costituite anche in forma aggregata o che operano con contratti di rete relativi a imprese industriali, artigianali, commerciali e di servizi, con sede operativa e produttiva nel territorio della Regione Lazio;

2. i consorzi export.
Sono escluse, invece, dalla partecipazione le aziende, anche in forma aggregata, la cui attività è relativa alla consulenza aziendale.

Il Corso si rivolge alle persone impiegate nelle aziende di cui sopra, con almeno una delle seguenti qualifiche:
1. socio lavoratore;
2. dipendente con contratto a tempo indeterminato o con contratto a tempo determinato e/o a progetto di almeno 18 mesi in essere al momento di scadenza del bando;
3. laureando o neolaureato che l’azienda intende assumere con contratto a tempo determinato o a progetto per un periodo minimo di 18 mesi non oltre l’avvio del corso.

I partecipanti, inoltre, dovranno essere in possesso dei seguenti requisiti:
a) diploma di Laurea (vecchio ordinamento), laurea specialistica o di I° livello conseguita presso le facoltà di:
I. Economia;
II. Scienze Politiche;
III. Giurisprudenza;
IV. Scienze Statistiche;
V. Ingegneria;
VI. Lingue;
b) diplomati con esperienza almeno triennale nel settore export, attestata dall’azienda;
c) conoscenza di livello B (Common European Framework) della lingua inglese da attestare tramite apposita autocertificazione secondo il modello predisposto da Sviluppo Lazio S.p.A. 


Per maggiori dettagli consultare il sito http://www.sviluppo.lazio.it/news.asp?id=4180


 

25 gennaio 2011

Imprese: finanziamenti agevolati per programmi di penetrazione commerciale all’estero

Filed under: RomaCrea Notizie OnLine — Tag:, — RCN @ 10:45

Nel quadro di riforma degli strumenti di agevolazione finanziaria per le imprese interessate ai mercati internazionali, la Federlazio ha deliberato un nuovo strumento finalizzato al lancio e alla diffusione di prodotti e servizi italiani all’estero.

In particolare, sono ammissibili programmi di investimento riguardanti:


– beni e servizi prodotti in Italia

– beni e servizi prodotti in altri Paesi ma distribuiti con il marchio italiano.


Il programma, rivolto esclusivamente a Paesi extra Ue, prevede: spese di struttura (per esempio costi per l’acquisto di immobili quali uffici, show-room, magazzini e punti vendita fino al 50% del valore dell’immobile stesso, costi per l’allestimento dei locali, costi per il personale all’estero, omologazione e registrazione prodotti); spese per azioni promozionali (consulenze, studi di mercato, incontri promozionali, materiale pubblicitario); spese per interventi vari (forfait massimo del 25% sulle due voci precedenti).


L’agevolazione viene concessa sotto forma di finanziamento agevolato e può coprire fino all’85% dell’importo delle spese ammissibili in regime de minimis, ovvero, agevolazioni concesse entro importi regolamentati che, in quanto tali, non sono ritenuti in grado di falsare la concorrenza tra gli Stati membri.

In particolare il limite degli aiuti “de minimis” è di 200mila euro su un periodo di 3 anni a decorrere dal giorno di erogazione del primo aiuto.

Sono ammissibili le spese sostenute nel periodo di realizzazione degli investimenti che decorre dalla data di presentazione della domanda di intervento e termina 24 mesi dopo la data di stipula del contratto di finanziamento.

Alle domande pervenute e valutate secondo l’ordine cronologico di ricezione, sarà attribuito un punteggio sulla base di diversi criteri tra cui la validità tecnica, finanziaria ed organizzativa del programma e la consistenza patrimoniale del richiedente.


Per ulteriori informazioni le imprese interessate possono contattare Federlazio Spi Srl allo 06/549121 o consultare direttamente il sito www.federlazio.it




 
© 2017 Camera di Commercio di Roma - Qualunque utilizzo è vietato se non autorizzato dell'ente - Sito realizzato da Menexa
Informativa Privacy