Logo romaCrea Notizie
Pubblicazione della CCIAA di Roma a carattere economico - Registrazione del Tribunale di Roma n.266/2010 Direttore responsabile: Massimiliano Colella - Editore: Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura di Roma - Via de' Burrò, 147 00186 Roma - [t] 0652082979

10 ottobre 2013

La CCIAA di Roma sostiene il progetto “Start Up Imprenditoria Sociale”. Affrettatevi, mancano poche settimane per iscriversi

Filed under: News — Tag:, , , , — RCN @ 15:24

Si chiama “Start Up Imprenditoria Sociale”, l’iniziativa promossa e sostenuta da Unioncamere, in collaborazione con Universitas Mercatorum, Università telematica delle Camere di Commercio italiane, e Asset Camera, Azienda Speciale della Camera di Commercio di Roma, volta a supportare la nascita di nuove imprese sociali attraverso l’erogazione di servizi gratuiti di accompagnamento allo sviluppo del progetto imprenditoriale e allo start up.

Possono partecipare all’iniziativa gruppi di aspiranti imprenditori che intendano avviare una nuova impresa nei settori di intervento “a utilità sociale” quali: assistenza sociale; assistenza sanitaria; assistenza socio sanitaria; educazione, istruzione e formazione; tutela ambientale e dell’ecosistema; tutela dei beni culturali; turismo sociale; formazione post- universitaria; ricerca ed erogazione di servizi culturali;  formazione extrascolastica.

Le attività per le quali verranno erogati i servizi, a opera di tutor specializzati, saranno: sviluppo del progetto di impresa ed elaborazione del business plan; raccordo con il sistema del credito e micro-credito; costituzione della società.

Le domande dovranno pervenire entro le ore 24 del giorno 21 ottobre 2013

Maggiori informazioni su http://www.rm.camcom.it/archivio43_bandi-altri-bandi_0_51.html

 

2 luglio 2013

Torna il “Premio per lo sviluppo sostenibile 2013”. Iscrizioni fino al 7 luglio

Anche in questo 2013 la Fondazioneper lo sviluppo sostenibile, in collaborazione con Ecomondo Rimini Fiera e Key Energy, propone il Premio per lo sviluppo sostenibile che ha lo scopo di promuovere le buone pratiche e le migliori tecniche delle imprese italiane che raggiungano rilevanti risultati ambientali, con iniziative innovative, buone possibilità di diffusione e positivi risultati economici e occupazionali.

30 fra i partecipanti verranno segnalati e, fra questi, tre verranno premiati con il “Primo Premio per lo sviluppo sostenibile 2013” per il rispettivo settore. Nelle scorse edizioni del Premio sono state selezionate le prime tre imprese per ogni settore e premiate con la medaglia del Presidente della Repubblica. Le imprese premiate nei primi tre anni sono state raccolte nel Libro “L’Italia della green economy” di Edizioni Ambiente.

La premiazione 2013 avverrà durante la Fieradi Rimini, Ecomondo-Key Energy nella hall centrale, dal 6 al 9 Novembre prossimi.

Il Premio riguarderà per quest’anno imprese dei seguenti settori:

· Eco-design;

· Attività agricole e attività connesse ad alta qualità ecologica;

· Start-up dedicate alla green economy.

Nella categoria Eco-design, vengono considerate aziende che realizzano beni o servizi con modalità progettuali dal profilo ecologico elevato ( ad esempio con l’utilizzo di processi produttivi o prodotti ad alta efficienza energetica, con uso di materiali riciclati, o prodotti riciclabili, con uso efficiente di materiali, con risparmio di acqua…)

Nella categoria Attività agricole e attività connesse ad alta qualità ecologica vengono considerate aziende che realizzano attività agricole biologiche o di elevata qualità ecologica, per esempio a filiera corta, attività multifunzionali di tutela del territorio e del paesaggio agrario, attività integrate di agriturismo e di produzioni sostenibili di energie rinnovabili.

Nella categoria Start-up dedicate alla green economy vengono considerate nuove iniziative imprenditoriali dedicate a produrre beni o servizi di alta qualità ecologica, a basse o nulle emissioni di carbonio, con uso efficiente di materiali ed energia.

L’iscrizione è gratuita ma attenzione: le selezioni chiuderanno il prossimo 7 Luglio

Per ulteriori informazioni scrivere a parasacchi@susdef.it

Il Regolamento del Premio 2013

Scheda di partecipazione (download)

 

26 giugno 2012

Fare impresa, arriva la Srl semplificata per gli under 35

Filed under: RomaCrea Notizie OnLine — Tag:, , — RCN @ 15:10

Esenzione dei diritti di bollo e segreteria, esenzione dagli oneri notarili passando per l’apertura a tutti i soci senza limiti dei 35 anni di età. Questi alcuni dei vantaggi della nuova Società semplificata a responsabilità limitata.

La nuova forma societaria ha, inoltre, le seguenti peculiarità:

  • i soci devono avere età inferiore ai 35 anni alla data della costituzione;
  • l’atto costitutivo deve essere redatto per atto pubblico e quindi richiede l’intervento del notaio senza che sia dovuto l’onorario notarile;
  • il capitale minimo è di un euro e il massimo è di 9.999 euro ed il conferimento deve farsi in denaro;
  • la quota non può essere ceduta a soggetti che abbiano età di 35 anni o superiore;
  • l’iscrizione nel registro delle imprese è telematica ed esente da bollo e diritti di segreteria.

Per maggiori informazioni consultare la scheda sintetica relativa alle Società a Responsabilità Limitata.

 

 

 

 

28 maggio 2012

CNA Roma: “A colazione con i numeri”, un incontro per illustrare i dati sull’andamento del settore edile

La Cna di Roma, in collaborazione con il Cresme, presenterà il prossimo 11 giugno, durante il convegno dal titolo “A colazione con i numeri”, il notiziario E.C.O. (Economia, costruzioni, occupazione), pubblicazione trimestrale sull’andamento del mercato delle costruzioni a Roma e Provincia.

Ad accompagnare l’analisi congiunturale, un focus realizzato raccogliendo le risposte delle imprese associate, chiamate a esprimersi sul fabbisogno di spazi e sulle opportunità di insediamento delle attività produttive e artigianali. I risultati del focus offriranno il terreno del dibattito tra operatori e istituzioni presenti, per riflettere su come il territorio dovrà adattarsi alle richieste degli imprenditori, in termini di offerta infrastrutturale, individuazione degli spazi, programmi urbanistici e sviluppo.

Coordina: Lorenzo Tagliavanti – Direttore Cna Roma

Relazione di: Lorenzo Bellicini – Direttore Cresme

Intervengono:

  • Michele Civita – Ass. Ambiente e territorio Provincia di Roma
  • Marco Corsini – Ass. all’Urbanistica di Roma Capitale

Conclude: Alessandro Maruffi – Presidente Cna Costruzioni Roma

Per partecipare all’evento è sufficiente compilare il MODULO ON-LINE  

 

24 aprile 2012

“Merito garantito” per giovani volenterosi: prorogati i termini

Pubblicato l’Avviso pubblico per la concessione delle borse di studio “Merito Garantito” riservate a studenti meritevoli della Regione Lazio, figli di lavoratori in cassa integrazione, mobilità, disoccupazione o precari, che abbiano dimostrato particolare propensione allo studio. L’iniziativa si inserisce nell’ambito delle politiche regionali per la formazione, l’istruzione e il sostegno alle famiglie.

Le borse di studio hanno un valore pari a:

  • 300 euro per gli studenti della scuola secondaria di primo grado;
  • 500 euro per gli studenti della scuola secondaria di secondo grado;
  • 800 euro per gli studenti universitari;

e sono riservate agli studenti con i seguenti requisiti:

Studenti delle scuole secondarie di primo e di secondo grado:

  • iscritti per l’anno scolastico 2011/2012 alle scuole secondarie di primo grado o di secondo grado statali o paritarie;
  • in regola con la durata legale del corso di studi;
  • fiscalmente a carico della famiglia cui appartiene il soggetto richiedente;
  • con almeno un genitore o tutore che rientri nelle condizioni descritte più avanti;
  • residenti nella Regione Lazio, alla data di pubblicazione dell’avviso pubblico;
  • con una votazione media pari o superiore a 8/10 nell’anno scolastico precedente;
  • appartenenti a nucleo familiare con Indicatore della Situazione Economica Equivalente (ISEE) non superiore ai 35mila euro.

 Studenti universitari:

  • regolarmente iscritti all’anno accademico 2011/2012 a corsi di laurea, laurea specialistica/magistrale, laurea di vecchio ordinamento;
  • in regola con la durata legale del corso di studi;
  • fiscalmente a carico della famiglia cui appartiene il soggetto richiedente;
  • con almeno un genitore o tutore che rientri nelle condizioni descritte più avanti;
  • residenti nella Regione Lazio, alla data di pubblicazione dell’Avviso pubblico;
  • con una votazione media pari o superiore a 8/10 nell’anno scolastico precedente (esame di maturità delle scuole secondarie di secondo grado) oppure, per gli studenti degli anni universitari successivi, che abbiano conseguito l’80% dei crediti previsti nell’anno precedente.
  • appartenenti a nucleo familiare con Indicatore della Situazione Economica Equivalente (ISEE) non superiore ai 35mila euro.

Possono presentare richiesta di concessione delle borse di studio, genitori o tutori di studenti, in possesso dei requisiti sopra elencati, che siano:

  • beneficiari dei trattamenti di Cassa Integrazione Guadagni (CIG) (ordinaria o straordinaria) a zero ore da almeno 6 mesi nei 12 mesi precedenti la data di presentazione della domanda;
  • oppure iscritti alle liste di mobilità alla data di presentazione della domanda;
  • oppure occupati, nei 12 mesi antecedenti la data di presentazione della domanda, con rapporti di lavoro diversi dal tipo subordinato a tempo indeterminato per un periodo complessivamente non inferiore ai 2 mesi e non superiore agli 8 mesi.

Le richieste per la concessione delle borse di studio vanno inviate a mano o tramite spedizione postale con raccomandata a/r alla Regione Lazio – Direzione regionale Formazione e Lavoro Area Programmazione Interventi – DB/05/10, fino alle ore 16 del 15 giugno 2012.

Per ulteriori informazioni contattare il numero verde BIC Lazio 800 280 320

 

 

 

 

Seconda edizione di Italiacamp, per aiutare i giovani a realizzare i propri progetti

Iniziare da zero non è mai facile, in particolar modo, per chi intendesse avviare un’impresa in modo semplice e pratico. L’idea di ItaliaCamp è proprio quella, infatti, di facilitare l’ingresso dei giovani nel mondo dell’innovazione.

Un’iniziativa nata nel 2008 da alcuni giovani laureati under 30 della Luiss Guido Carli di Roma e che oggi guida un network composto da oltre 50 università. Nel 2010 si costituisce l’associazione ItaliaCamp e nel 2011 la Fondazione(di partecipazione), quest’ultima basata su una rete collaborativa di imprese, università, pubbliche amministrazioni e persone fisiche. Le attività dell’Associazione si uniscono quindi alle forze della Fondazione con l’obiettivo di individuare sul territorio nazionale e internazionale nuove progettualità meritevoli di concreta realizzazione.

Obiettivo, infatti, del progetto è quello di scovare le 10 idee che possano migliorare il Paese. Qualche esempio? L’“Avather”, metodo di riabilitazione a distanza per fornire un’assistenza sanitaria di qualità a domicilio e a costi contenuti; o l’“Hybioflex”, un sistema di produzione flessibile d’idrogeno da biomassa, per generare energia elettrica e calore su piccola scala a bassissimo impatto ambientale e ad alta efficienza; oppure “Eccecustomer”, una piattaforma web in grado di fornire ai brand la capacità di profilare i fan attivi su Facebook, Twitter e Youtube.

E ancora, tra le altre idee presentate: un sistema per le aste pubbliche che riduca al minimo le infiltrazioni di organizzazioni criminali; l’inchiostro che segnala quando i prodotti stanno scadendo; il computo economico degli asset intangibili di un’azienda, come la trasparenza e l’onestà. E l’aspetto più sorprendente è che queste proiezioni diverranno realtà: una volta finita la selezione – a maggio – ogni idea sarà presa in cura da una “Italia Units” che troverà finanziatori adatti e affronterà gli ostacoli burocratici necessari affinché ogni progetto diventi concreto.

Tutti possono partecipare e presentare il proprio lavoro nell’area tematica di riferimento:

  • impresa e lavoro;
  • politica, istituzioni e pubbliche amministrazioni;
  • ambiente ed energia;
  • infrastrutture;
  • economia e finanza;
  • ricerca e scienza;
  • tecnologia;
  • cultura e sociale.

Individui o gruppi, dopo essersi iscritti online al concorso ed essere stati selezionati, potranno esporre la loro idea o progetto in 5 minuti davanti a una platea composta da ricercatori, docenti, studenti, ma anche manager aziendali, finanziatori e venture capitalist a caccia di eccellenze e i membri del Comitato Scientifico del progetto.

  • Il primo appuntamento è a Catanzaro il prossimo 30 giugno
  • Il secondo appuntamento è previsto per ottobre presso gli Stati Generali del Centro Italia, ospitati nel Lazio, con il coinvolgimento delle Regioni Emilia Romagna, Marche, Sardegna, Toscana e Umbria. Le tematiche riguarderanno in particolare l’innovazione sociale (data da definirsi).
  • Il terzo appuntamento si terrà, invece, a dicembre e sarà la volta degli Stati Generali del Nord Italia, ospitati nel Veneto con il coinvolgimento delle Regioni Friuli Venezia Giulia, Liguria, Lombardia, Piemonte, Trentino Alto Adige e Valle D’Aosta (data da definirsi).

Nei giorni successivi a ciascun evento, l’idea che raggiungerà il numero maggiore di manifestazioni d’interesse da parte dei partecipanti entrerà a far parte dell’idea programma che sarà presentata alla Presidenza del Consiglio dei Ministri. L’ideatore del progetto entrerà a far parte del gruppo di lavoro (Italia Unit) che si impegnerà nella concreta realizzazione dell’idea, nelle modalità e tempistiche ritenute più opportune.

Per ulteriori informazioni scrivere alla dottoressa Gaia Marcorelli g.marcorelli@italiacamp.it o contattare lo 06 853778431

 

 

Agci Lazio e CCIAA Roma: formazione gratuita per immigrati aspiranti imprenditori

Saperne di più dell’intricato mondo dell’impresa? Conoscere gli strumenti per scegliere la migliore forma societaria per realizzare la propria idea aziendale? Creare la propria impresa, gestirla e farla crescere? Gli aspiranti imprenditori e i neoimprenditori immigrati della provincia di Roma hanno ora uno strumento in più, grazie alla collaborazione tra l’Agci Lazio (Associazione Generale Cooperative Italiane) e la Camera di Commercio di Roma.

L’Agci Lazio, infatti, con il contributo dell’Istituzione camerale, sta realizzando dei corsi, gratuiti e aperti a tutti i cittadini immigrati, di formazione imprenditoriale propedeutici alla nascita e/o sviluppo di imprese con particolare riferimento a quelle cooperative. L’obiettivo è quello di sviluppare il livello di managerialità degli aspiranti imprenditori e di coloro che operano già in un’impresa attraverso la formazione su tematiche ad hoc, anche alla luce delle novità introdotte dai recenti testi normativi in materia di impresa in genere e di società cooperativa in particolare, facendo loro acquisire tutti gli strumenti indispensabili per il corretto sviluppo e la corretta gestione di un’attività imprenditoriale.

I corsi sono rivolti a tutti i cittadini immigrati, e in particolare a coloro che puntano a mettersi in proprio o che abbiano già un’attività e vogliano approfondire le tematiche relative alla gestione dell’impresa. All’interno delle tematiche trattate nel corso verrà dato uno speciale risalto alle possibilità di reperire finanziamenti pubblici a sostegno dell’impresa e/o della nascita della stessa.

Dal 21 al 25 maggio 2012 si svolgerà il secondo corso gratuito del ciclo che ha visto l’AGCI Lazio e la CCIAA della Capitale impegnate nella formazione di aspiranti imprenditori. Il corso durerà 30 ore, si terrà a Roma, dalle 9 alle 15, presso la sede dell’Agci Lazio in viale Palmiro Togliatti 1651, e tratterà vari argomenti tra cui: educazione civica, il Testo Unico sull’immigrazione, le società e la riforma del diritto societario; il bilancio e la gestione di un’impresa; la società cooperativa; la prevenzione e la sicurezza sui luoghi di lavoro; i finanziamenti pubblici a sostegno delle imprese e delle neoimprese; i contratti di lavoro; il business plan e lo start-up.

Gli interessati possono prenotarsi compilando la scheda scaricabile dal sito web www.agcilazio.it. Per ulteriori informazioni contattare lo 06 40500200 o scrivere a  info@agcilazio.it

 

Un tirocinio nelle Istituzioni europee? Si può, ecco come

Svolgere uno stage presso una delle Istituzioni europee, oltre ad arricchire il proprio curriculum di un’importante esperienza all’estero, permette di confrontarsi con un ambiente lavorativo di alto profilo istituzionale, multietnico e multiculturale, spesso all’avanguardia nella definizione di strumenti e processi lavorativi.

La maggior parte delle Istituzioni, infatti, offre la possibilità di svolgere tirocini professionali di varia durata (da 1 a 5 mesi), che possono essere retribuiti, non retribuiti o coperti con borse di studio.

In linea di massima, per partecipare a programmi di tirocinio è necessario:

  • avere la cittadinanza di uno Stato membro o di un Paese candidato;
  • avere un diploma di laurea oppure essere quasi al termine degli studi (anche se sono previsti programmi in alcuni istituti anche per non laureati);
  • conoscere almeno due lingue dell’Unione europea, tra le quali necessariamente l’inglese o il francese, lingue di lavoro delle Istituzioni europee.

In generale, si tratta di opportunità molto richieste per le quali, quindi, ci si deve attendere dei procedimenti di selezione piuttosto severi in cui, oltre alla tipologia e i risultati degli studi compiuti dai candidati, acquistano valore anche eventuali attività o esperienze precedenti che integrano il percorso di formazione.

Di norma, le persone non possono candidarsi se hanno già effettuato un tirocinio di durata superiore a otto settimane presso uno dei servizi di una delle istituzioni o di uno degli organi europei.

Va sottolineato comunque che l’ammissione ai tirocini non conferisce ai beneficiari la qualifica di funzionario o agente dell’istituzione ospitante e non dà, di per sè, alcun diritto a una successiva assunzione nei suoi servizi.

Le principali Istituzioni che offrono l’opportunità di praticare tirocini sono:

Altre opportunità sono offerte anche da:

 Oltre alla consultazione dei siti ufficiali delle Istituzioni, si consiglia di rivolgersi a uno dei punti locali Eurodesk

 

27 marzo 2012

DigIT@lia for talent: al via il concorso di idee per i creativi dell’Ict

Filed under: RomaCrea Notizie OnLine — Tag:, , , — RCN @ 10:27

È online “DigIt@lia for talent”, il nuovo concorso per idee promosso da Fondazione Italiana Accenture e Associazione Prospera – PROgetto SPERAnza – sulla piattaforma di innovazione sociale, ideaTRE60. Il concorso intende stimolare la produzione di idee innovative capaci di generare occupazione per i giovani nell’Information & Communication Technology (Ict), ovvero, attraverso la valorizzazione del digitale. L’obiettivo, infatti, è quello di realizzare la migliore idea che, puntando su un asset fondamentale per lo sviluppo, possa contribuire a costruire un futuro migliore per il nostro Paese.
Possono partecipare al concorso tutti i cittadini italiani e stranieri domiciliati in Italia, che abbiano compiuto18 anni. Le idee dovranno essere presentate entro il 30 giugno 2012 attraverso la piattaforma ideaTRE60.

Le proposte progettuali dovranno rientrare in una delle sette aree tematiche del progetto DigIT@lia:

  • Interazione, Controllo e Trasparenza nei Servizi pubblici
  • Superamento del digital divide: e-learning e 2.0
  • Infrastrutture di telecomunicazione
  • ICT per il benessere sociale nel futuro
  • Fabbriche digitali
  • ICT e Disabilità
  • Alfabetizzazione digitale

A ottobre una giuria di esperti sceglierà le tre idee migliori destinando al primo classificato un premio di 10mila euro e un finanziamento di 100mila euro per la realizzazione del progetto. Il secondo e il terzo classificato riceveranno rispettivamente un premio di 5mila e 3mila euro. I primi tre classificati si aggiudicheranno, inoltre, la possibilità di realizzare il business plan completo della propria proposta progettuale, grazie all’attività pro bono erogata dai manager associati a Prospera.

Tutte le informazioni sono disponibili al seguente link: http://ideatre60.it/node/12282

 

26 gennaio 2012

Regione Lazio: entra in vigore il nuovo contratto di apprendistato

Filed under: News — Tag:, , , — RCN @ 10:52

Dal 25 ottobre scorso è entrato in vigore il nuovo Testo Unico dell’apprendistato, attraverso il quale viene rivista la legislazione in materia di apprendistato, finalizzato a sostenere la formazione e l’occupazione giovanile.

La nuova normativa, infatti, definisce tre diverse tipologie di contratto:

1. apprendistato per la qualifica e per il diploma professionale, destinato ai soggetti che abbiano compiuto 15 anni e fino al compimento del venticinquesimo anno di età, di durata generalmente non superiore ai tre anni e valido anche per l’assolvimento dell’obbligo di istruzione;

2. apprendistato professionalizzante o contratto di mestiere, per i soggetti di età compresa tra i 18 e i 29 anni, finalizzato al conseguimento di una qualificazione professionale ai fini contrattuali;

3. apprendistato di alta formazione e ricerca, per attività di ricerca o per il conseguimento di un titolo di studio di livello secondario superiore, di titoli di studio universitari o dell’alta formazione. Sono compresi anche i dottorati di ricerca e il praticantato per l’accesso alle professioni ordinistiche.

Le novità del Testo Unico, oltre la semplificazione normativa e l’individuazione di procedure, requisiti e modalità di attuazione, diverse per le tre tipologie di apprendistato, riguardano la natura del contratto (lavoro a tempo indeterminato), la durata dello stesso, il ruolo della contrattazione nazionale e l’innalzamento dell’età dell’apprendistato di primo livello.

La Regione Lazio, inoltre, mette a disposizione una Piattaforma e-learning per formare i tutor aziendali che devono supportare i giovani apprendisti nel corso della loro esperienza professionale.

L’obiettivo del corso, della durata di 16 ore e a costo zero per le imprese, è quello di far comprendere, attraverso lo studio della normativa sull’apprendistato e l’analisi della professione: i contenuti del contratto, il ruolo della formazione per gli apprendisti, il ruolo e le responsabilità del tutor aziendale.

Sulla piattaforma la formazione del tutor si articola in 4 sezioni:

  • apprendistato e ruolo del tutor aziendale;
  • attività del tutor aziendale;
  • schede di approfondimento;
  • normative e direttive.

Molta importanza avranno anche le ore che ciascun tutor dedicherà all’autoapprendimento, attraverso test di autovalutazione, materiali di approfondimento, normativa o direttive che troveranno disponibili all’interno della piattaforma.

Per maggiori informazioni scrivere all’indirizzo e-mail apprendistato@biclazio.it oppure chiamare, dal lunedì al venerdì dalle ore 9 alle ore 13,30 e dalle ore 14,30 alle ore 17, il numero 06 80 368 285

 

 

 

28 novembre 2011

Dal Ministero del Lavoro risorse per l’apprendistato

Per aiutare i maestri artigiani a trasmettere le loro conoscenze ai giovani, il Ministero del lavoro e delle Politiche sociali ha promosso un programma per mettere a disposizione delle aziende artigiane oltre 78 milioni di euro. Le risorse sono destinate all’assunzione di giovani con contratto di apprendistato a tempo pieno per la qualifica professionale (contributo di 5.500 euro per ogni soggetto) o di mestiere (contributo di 4.700 euro per ogni soggetto).

La domanda per partecipare al bando va presentata entro il 31 dicembre 2012 e dovrà riferirsi all’assunzione di giovani di età compresa tra i 15 e i 29 anni.

Il progetto è stato promosso dalla direzione generale per le Politiche attive e passive del lavoro del dicastero del welfare e attuato da Italia Lavoro con il contributo dei programmi operativi nazionali del fondo sociale europeo 2007-2013.

Italia Lavoro, infatti, è responsabile dell’attuazione del programma “Apprendistato e Mestieri a Vocazione Artigianale” e si avvale dell’azione integrata tra politiche per lo sviluppo delle imprese, politiche per il lavoro e politiche per la formazione.

Per maggiori informazioni è possibile contattare il numero verde 800 016 213 

 

4 agosto 2011

Nasce la Città dei Mestieri e delle Professioni di Roma e del Lazio

Filed under: News — Tag:, — RCN @ 11:22

La Città dei Mestieri e delle Professioni di Roma e del Lazio, creata da “Il Solco”, Consorzio di Cooperative sociali, in partenariato con gli assessorati al lavoro della Regione Lazio e della Provincia di Roma, è uno spazio di informazione e consulenza per chi fosse interessato a percorsi di formazione, lavorativi e professionali.
Si tratta di un servizio gratuito fornito da consulenti qualificati nell’orientamento professionale e formativo, nell’accompagnamento alla ricerca del lavoro e alla creazione di impresa.

Il modello della Città dei Mestieri si basa sull’integrazione di competenze e risorse per realizzare un servizio comune apportate da diversi partners, pubblici e privati, quali istituzioni locali, scolastiche e universitarie, parti sociali e datori di lavoro, organismi di formazione e di orientamento territoriali, organismi rappresentativi a livello locale, come fondazioni, banche, associazioni ecc.

L’accesso è libero, senza appuntamento, ed è aperto a tutti: giovani, adulti e studenti, persone già in possesso di un’esperienza professionale o alla ricerca del primo impiego, occupati e disoccupati, stranieri, disabili, persone in situazione di svantaggio come over 40, persone in mobilità ecc.

I servizi offerti sono su più livelli:

  • autoconsultazione libera di materiali cartacei e multimediali;
  • supporto degli operatori per la realizzazione un curriculum vitae o per definire strategie di self-marketing;
  • consulenza personalizzata.

Le attività proposte sono articolate in diversi poli, ciascuno con una serie di strumenti operativi e strategie di consulenza a disposizione degli utenti:

  • fare impresa;
  • cercare un lavoro;
  • scegliere una formazione;
  • orientarsi nelle scelte.

Per ulteriori informazioni contattare la Città dei Mestieri e delle Professioni allo 06 45495817, dal mercoledì al venerdì, dalle ore 10 alle ore 13, e il martedì, dalle ore 10 alle ore 16, o scrivere all’indirizzo e-mail info@cittadeimestieri.roma.it

 
Older Posts »
© 2017 Camera di Commercio di Roma - Qualunque utilizzo è vietato se non autorizzato dell'ente - Sito realizzato da Menexa
Informativa Privacy