Logo romaCrea Notizie
Pubblicazione della CCIAA di Roma a carattere economico - Registrazione del Tribunale di Roma n.266/2010 Direttore responsabile: Massimiliano Colella - Editore: Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura di Roma - Via de' Burrò, 147 00186 Roma - [t] 0652082979

25 settembre 2013

Un bando per riqualificare Porta Portese

Filed under: RomaCrea Notizie OnLine — Tag:, , — RCN @ 09:46

Grazie ai fondi messi a disposizione da Roma Capitale, Regione Lazio e Unione Europea, l’area di Porta Portese è stata sottoposta a un’attenta opera di riqualificazione urbanistica; nello specifico, la zona oggetto degli interventi è la Gianicolense, Via Ippolito Nievo e Via Ettore Rolli.

Da oggi, con la pubblicazione del bando relativo (consultabile sul sito di Roma Capitale nella sezione Pubblicità Legale: Albo Pretorio), è iniziata la fase relativa alla rigenerazione economico-commerciale dell’area attraverso il sostegno e incentivi per la piccola imprenditoria locale: previsti contributi sia per la creazione di nuove PMI, sia per lo sviluppo e l’ampliamento di quelle già esistenti.

Possono, infatti, partecipare:

  • le micro, piccole e medie imprese per la fornitura e/o produzione di beni e servizi, costituite da non oltre 36 mesi dalla data di pubblicazione dell’avviso pubblico, con una sede operativa nell’area individuata dal Bando;
  • le micro, piccole e medie imprese per la fornitura e/o produzione di beni e servizi, costituite da non oltre 36 mesi dalla data di pubblicazione dell’avviso pubblico che, pur non avendo una sede operativa nell’area individuata dal bando, intendano aprirla;
  • le imprese da costituire.

Le risorse stanziate per il bando e destinate all’erogazione di agevolazioni a fondo perduto per progetti imprenditoriali sono pari complessivamente a 230mila euro (eventualmente incrementabili).
Le agevolazioni saranno riconosciute a fronte delle spese sostenute e sono costituite da:

  • una quota a fondo perduto, pari al 50% dell’investimento ammissibile a contributo, per un importo non inferiore a 5mila euro e non superiore ai 20mila euro, corrisposto a titolo di saldo;
  • garanzie pubbliche a valere sul Fondo di Garanzia Aiuti alle PMI interessate dai PLUS comunali, gestito da Unionfidi Lazio spa, Società regionale di Garanzia Fidi. La garanzia coprirà l’80% del finanziamento erogato dagli istituti bancari convenzionati. Le garanzie saranno prestate su finanziamenti di importo minimo pari a 10mila euro e massimo pari a 500mila euro, da rimborsare in 5 anni.

Tali agevolazioni possono essere attivate sia insieme che separatamente.

Le domande di agevolazione possono essere presentate tramite posta elettronica certificata (PEC) all’indirizzo e-mail protocollo.commercioformazionelavoro@pec.comune.roma.it, entro il 31 dicembre 2013 e comunque fino a esaurimento delle risorse disponibili.

Ulteriori informazioni, Bando e allegati sono disponibili sul sito di Roma Capitale, nelle pagine del Dipartimento Attività Economiche e Produttive – Formazione e Lavoro e sul sito del Programma Operativo Regione Lazio Fondi Europei – POR FESR Lazio 

 

 

 

 

 

26 giugno 2013

Un bando per riqualificare Porta Portese

Grazie ai fondi messi a disposizione da Roma Capitale, Regione Lazio e Unione Europea, l’area di Porta Portese è stata sottoposta a un’attenta opera di riqualificazione urbanistica; nello specifico, la zona oggetto degli interventi è la Gianicolense, Via Ippolito Nievo e Via Ettore Rolli.

Da oggi, con la pubblicazione del bando relativo (consultabile sul sito di Roma Capitale nella sezione Pubblicità Legale: Albo Pretorio), è iniziata la fase relativa alla rigenerazione economico-commerciale dell’area attraverso il sostegno e incentivi per la piccola imprenditoria locale: previsti contributi sia per la creazione di nuove PMI, sia per lo sviluppo e l’ampliamento di quelle già esistenti.

Possono, infatti, partecipare:

  • le micro, piccole e medie imprese per la fornitura e/o produzione di beni e servizi, costituite da non oltre 36 mesi dalla data di pubblicazione dell’avviso pubblico, con una sede operativa nell’area individuata dal Bando;
  • le micro, piccole e medie imprese per la fornitura e/o produzione di beni e servizi, costituite da non oltre 36 mesi dalla data di pubblicazione dell’avviso pubblico che, pur non avendo una sede operativa nell’area individuata dal bando, intendano aprirla;
  • le imprese da costituire.

Le risorse stanziate per il bando e destinate all’erogazione di agevolazioni a fondo perduto per progetti imprenditoriali sono pari complessivamente a 230mila euro (eventualmente incrementabili).
Le agevolazioni saranno riconosciute a fronte delle spese sostenute e sono costituite da:

  • una quota a fondo perduto, pari al 50% dell’investimento ammissibile a contributo, per un importo non inferiore a 5mila euro e non superiore ai 20mila euro, corrisposto a titolo di saldo;
  • garanzie pubbliche a valere sul Fondo di Garanzia Aiuti alle PMI interessate dai PLUS comunali, gestito da Unionfidi Lazio spa, Società regionale di Garanzia Fidi. La garanzia coprirà l’80% del finanziamento erogato dagli istituti bancari convenzionati. Le garanzie saranno prestate su finanziamenti di importo minimo pari a 10mila euro e massimo pari a 500mila euro, da rimborsare in 5 anni.

Tali agevolazioni possono essere attivate sia insieme che separatamente.

Le domande di agevolazione possono essere presentate tramite posta elettronica certificata (PEC) all’indirizzo e-mail protocollo.commercioformazionelavoro@pec.comune.roma.it, entro il 31 dicembre 2013 e comunque fino a esaurimento delle risorse disponibili.

Ulteriori informazioni, Bando e allegati sono disponibili sul sito di Roma Capitale, nelle pagine del Dipartimento Attività Economiche e Produttive – Formazione e Lavoro e sul sito del Programma Operativo Regione Lazio Fondi Europei – POR FESR Lazio 

 

28 gennaio 2013

Pmi, un nuovo Fondo di Garanzia regionale

Sono destinate alle Piccole e medie imprese, regolarmente iscritte in una delle Camere di Commercio del Lazio, le risorse finanziarie messe a disposizione dalla Regione Lazio con il Nuovo Fondo di Garanzia regionale.

Per usufruire delle agevolazioni le imprese devono:

  • essere finanziariamente ed economicamente sane;
  • avere la Regione Lazio come ambito territoriale di riferimento.

I settori di attività interessati sono: industria, commercio, artigianato, turismo, agricoltura, servizi.

Le operazioni ammesse alla garanzia sono:

  • programmi di sviluppo aziendale, compresi quelli effettuati nei dodici mesi antecedenti la data di presentazione della richiesta (investimenti in immobilizzazioni materiali e immateriali);
  • operazioni di consolidamento di passività bancarie a breve termine nella misura massima del 70% del finanziamento complessivo erogato.

Gli investimenti finanziati devono essere realizzati entro termini massimi differenziati a seconda dell’importo dell’investimento:

  • fino a 100mila euro: 15 mesi
  • fino a 150mila euro: 18 mesi
  • oltre i 150mila euro: 24 mesi.

Il Fondo garantisce fino al 50% del finanziamento erogato dagli istituti di credito, con una durata massima di 5/10 anni e un ammontare che va da un minimo di 10mila euro a un massimo di 1 milione di euro.
Inoltre, il Fondo di Garanzia Regionale è cumulabile con altri Fondi di garanzia che contribuiscono a elevarne l’intervento fino a un massimo del 75% (80% in caso di impresa al femminile).

Ulteriori dettagli sui siti di AgevoLazio e di Unionfidi Lazio SpA 

 

25 luglio 2012

Regione Lazio: stanziati 47 milioni per l’innovazione

Filed under: RomaCrea Notizie OnLine — Tag:, , , — RCN @ 10:38

Sono 47 i milioni di euro, tra fondi statali e Por Fesr, stanziati dalla Giunta regionale del Lazio per promuovere applicazioni innovative e progetti open data nei processi produttivi delle Pmi e nell’erogazione di servizi Ict anche negli enti pubblici.

Un fondo, infatti, che ha come obiettivo il potenziamento e l’erogazione dei servizi informatici per le imprese e gli enti locali. La fetta più grande, 25 milioni di euro, saranno appannaggio dello sviluppo tecnologico delle Piccole e medie imprese, come per esempio, i servizi e le applicazioni quali: e-commerce, istruzione e imprenditorialità nelle aziende. Mentre i restanti 22 milioni saranno desinati alla Pubblica amministrazione per creare quei servizi utili ai cittadini (sanità online, eGov, e-learning, ecc.). Un passo ulteriore, dunque, per realizzare, nel Lazio, l’Agenda digitale italiana.

Per informazioni è possibile contattare lo 06 328851 (orario d’ufficio).

 

28 maggio 2012

Regione Lazio: si chiama Fondo Neve ed è già operativo a sostegno delle Pmi

Filed under: RomaCrea Notizie OnLine — Tag:, — RCN @ 13:12

Il Fondo Neve è un fondo di garanzia istituito dalla Regione Lazio a supporto delle imprese danneggiate dalle nevicate del febbraio scorso, che la Regione stessa ha affidato in gestione a Banca Impresa Lazio.

Le aziende beneficiarie devono aver subito danni presso una sede ubicata nel territorio dei seguenti comuni: Elenco dei Comuni ammessi 

L’ammontare di ciascun finanziamento può arrivare al doppio del valore dei costi sostenuti o da sostenere in relazione ai danni subiti dall’impresa richiedente e non può comunque superare il valore di 2.500.000 euro.

La garanzia viene rilasciata a titolo gratuito.

Le imprese interessate, con sede legale e operativa nel Lazio, possono presentare domanda elettronica entro le ore 12 del 31 luglio 2012, salvo esaurimento fondi, compilando il modulo on-line all’indirizzo: www.bancaimpresalazio-fondoneve.it

Successivamente alla presentazione della domanda via web, ciascuna impresa richiedente deve recarsi presso la filiale della banca indicata nel modulo web e consegnare la documentazione necessaria entro il termine tassativo di 10 giorni lavorativi.

Per maggiori informazioni leggere la documentazione in allegato:

 

24 aprile 2012

A giugno la quarta edizione di “Innovat&Match 2012”

Filed under: RomaCrea Notizie OnLine — Tag:, , , — RCN @ 11:55

Il 6 e 7 giugno, a Bologna, si svolgerà la quarta edizione di Innovat&Match 2012, due giorni di incontri bilaterali tra aziende, centri di ricerca e università che avranno luogo nel contesto di “Research To Business (R2B)”, 7° Salone Internazionale della Ricerca Industriale promosso da Regione Emilia-Romagna, Bologna Fiere, Aster e Smau.

Con la sua formula collaudata dal 2005, R2B ha l’obiettivo di favorire la collaborazione tra la ricerca avanzata e l’industria a livello nazionale e internazionale e, in questo contesto, “Innovat&Match” offre l’opportunità di organizzare incontri one-to-one al fine di:

  • conoscere nuovi partner tecnologici/produttivi/commerciali internazionali;
  • promuovere nuovi prodotti/servizi ad un mercato internazionale;
  • individuare soluzioni a problemi tecnologici specifici;
  • conoscere partner con cui presentare progetti di ricerca nell’ambito del 7° Programma Quadro.

Innovat&Match 2012 è un’iniziativa di SIMPLER ed è co-organizzata da BIC Lazio nell’ambito di Enterprise Europe Network.

Possono partecipare: imprese, università, centri di ricerca; piccole e medie imprese e start-up; investitori, finanziatori e business angels e visitatori ed espositori di R2B 2012 che promuovono o sono interessati ad avviare collaborazioni commerciali, tecnologiche o progetti di ricerca attinenti alle seguenti aree tematiche: Advanced Mechanics; Agro-Food; Biotechnologies; Buildings and Constructions; Energy and Environment; Health Technologies;  ICT and Design; Innovative Finance;  New Materials and Nanotechnology; Security; Socio-economic Sciences and Humanities; Space; Sustainable Mobility; Transport.

La partecipazione è gratuita, basta registrarsi entro il prossimo 16 maggio sul sito ufficiale dell’evento: http://www.b2match.eu/r2b2012/pages/home

Ogni azienda interessata deve inserire una presentazione del proprio profilo con una breve descrizione delle competenze possedute ed eventuali offerte/richieste di tecnologia che desidera promuovere.

Tutti i profili verranno pubblicati in un unico catalogo on line sulla base del quale, entro il 23 maggio, i partecipanti potranno individuare possibili interlocutori e richiedere gli incontri che avranno luogo nelle giornate del 6 e 7 giugno prossimi.

Le imprese e le organizzazioni interessate possono scrivere a een@biclazio.it o a g.scalvedi@biclazio.it, manifestando il proprio interesse entro l’11 maggio 2012.

 

 

27 marzo 2012

Sace e gruppo Intesa-San Paolo: 500 milioni di euro per le Pmi

Sace, il gruppo assicurativo-finanziario attivo nell’export credit, nell’assicurazione del credito, nella protezione degli investimenti, nelle garanzie finanziarie, nelle cauzioni e nel factoring, ha sottoscritto un accordo con il gruppo Intesa Sanpaolo che mette a disposizione un plafond di 500 milioni di euro per l’internazionalizzazione delle Pmi italiane.

I finanziamenti sono destinati alle imprese con fatturato sotto i  250 milioni di euro, interessate a investire all’estero in varie attività, tra cui: acquisto, riqualificazione o rinnovo di impianti, macchinari, attrezzature industriali e commerciali; promozione, pubblicità, tutela di marchi e brevetti, ricerca, sviluppo e partecipazione a fiere internazionali;  acquisizione di partecipazioni non finanziarie all’estero;  acquisto di terreni e loro riqualificazione, immobili e loro ristrutturazioni; accordi di cooperazione e di joint venture con imprese estere.

I finanziamenti saranno erogati da Mediocredito Italiano per importi tra i 250mila e i 5 milioni di euro, attraverso il nuovo prodotto International+ con garanzia Sace fino al 70%, e avranno una durata compresa tra i 3 e i 5 anni.

Oltre alla garanzia rilasciata da Sace, che consentirà alla banca di finanziare i progetti di internazionalizzazione fino all’80% del costo senza garanzie reali quali pegni e ipoteche, l’impresa potrà ottenere un’assistenza personalizzata sul progetto di sviluppo all’estero, anche grazie alle analisi dell’Ufficio studi di Sacee del Servizio Internazionalizzazione di Intesa Sanpaolo su scenari economici, mercati, rischi e opportunità di crescita connessi ai suoi progetti.

I progetti di internazionalizzazione saranno valutati dagli specialisti di Mediocredito Italiano sia dal punto di vista del merito creditizio, che sotto il profilo delle prospettive e dei piani di sviluppo dell’impresa.

Obiettivo dell’iniziativa: ampliare la gamma di prodotti e servizi offerti alle imprese italiane e mette a loro disposizione un’ulteriore opportunità  per la crescita e il consolidamento sui mercati esteri del “Made in Italy”.

Per ulteriori informazioni contattare lo 06-6736309 o scrivere a roma@sace.it 

 

27 febbraio 2012

Un fondo di 600 milioni per le imprese del Lazio

Filed under: RomaCrea Notizie OnLine — Tag:, , , , — RCN @ 11:09

L’accordo tra Unindustria e Banca Intesa Sanpaolo, recentemente stipulato, si inserisce nel panorama più generale degli attuali rapporti tra le imprese (in particolare quelle medie e piccole) e gli istituti di credito. Un rapporto problematico che rappresenta tuttavia una delle chiavi di volta, imprescindibili, per la ripresa dello sviluppo del Paese.

Nel caso specifico, l’intesa firmata da Unindustria ela Banca Sanpaolo si colloca in un certo senso a monte dell’erogazione materiale del credito alle Pmi e mira proprio a preparare il terreno perché domanda e offerta di finanziamenti possano svilupparsi nella maniera più organica possibile.

Vediamo in concreto che cosa significa. L’accordo si propone, pragmaticamente, di intensificare i rapporti banca-impresa in alcuni ambiti strategici, come il potenziamento dell’attività di dialogo, l’individuazione di specifiche aree di intervento, la valorizzazione del territorio.

Un fondo di 600 milioni di euro, infatti, viene stanziato dalla Banca a supporto della collaborazione per far crescere la dimensione delle imprese, sviluppare il loro capitale umano, introdurre la sostenibilità energetica quale fattore essenziale di sviluppo. Sono queste le aree strategiche e innovative del nuovo accordo, che si declinano in linee di intervento di finanza straordinaria, razionalizzazione organizzativa e applicazione delle tecniche manageriali di ottimizzazione della catena del valore, sostegno alla formazione dei dipendenti, al welfare aziendale e allo sviluppo occupazionale, finanziamenti e consulenze per una maggiore efficienza energetica ed eco-sostenibilità dell’azienda.

Un percorso, dunque, che se attuato concretamente, potrebbe agevolare il conseguimento di quell’obiettivo – la facilitazione degli iter di accesso al credito – che gli imprenditori considerano non più solo come un elemento portante nello sviluppo dell’impresa, ma in questa fase congiunturale un fattore spesso determinante per la loro stessa sopravvivenza.

Per ulteriori informazioni è possibile contattare lo 06 84499314

 

26 gennaio 2012

Dalla Provincia di Roma 3 milioni per la capitalizzazione delle Pmi

Filed under: RomaCrea Notizie OnLine — Tag:, , , , , — RCN @ 11:54

La Provincia di Roma ha istituito un fondo pubblico di 3 milioni di euro per sostenere direttamente gli imprenditori nel rafforzamento della struttura finanziaria e patrimoniale dell’impresa. Fine ultimo è quello di sostenere, favorire e valorizzare lo sviluppo delle Pmi con sede legale e operativa nel territorio della Provincia di Roma, e perseguire, quindi, la tutela e la qualità dell’occupazione locale.

Si tratta, infatti, di un fondo di garanzia finanziaria diretta e indiretta, finalizzato, da un lato, a sostenere la capitalizzazione delle imprese, dall’altro, a garantire la realizzazione di progetti di sviluppo imprenditoriale. Il primo consiste in una linea di finanziamento erogato dalla Provincia di Roma, direttamente al socio o ai soci e finalizzata esclusivamente ad aumentare il capitale sociale dell’azienda. Il finanziamento è concesso a condizioni estremamente agevolate, non prevedendo tassi d’interesse ed essendo rimborsabile in trentasei mesi a decorrere dal terzo anno dall’erogazione. Il secondo, invece, finanzia progetti di sviluppo aziendale presentati dalle imprese, regolarmente costituite in forma di società di capitali o di persone, in cui il capitale sociale sia detenuto, in maggioranza, da soci di età compresa tra i 18 e i 35 anni.
I due programmi di intervento sono strettamente correlati tra loro.

Le domande di partecipazione vanno inviate esclusivamente utilizzando l’apposito sistema predisposto all’interno del portale www.
provincia.roma.it entro il 9 marzo 2012.

Per saperne di più è possibile consultare il bando integrale 

 

22 dicembre 2011

Liberi professionisti e Consorzio Fidi, si può fare

Filed under: RomaCrea Notizie OnLine — Tag:, , , , — RCN @ 10:50

Via libera all’emendamento che consente ai liberi professionisti di costituire il proprio Consorzio Fidi. L’iniziativa, poi diventata legge, è stata proposta da Confprofessioni, principale organizzazione di rappresentanza dei liberi professionisti in Italia, per superare una ingiustificata disparità di trattamento rispetto ad altri settori produttivi quali piccole e medie imprese industriali, commerciali, turistiche e di servizi, nonché di imprese artigiane e agricole.

Un modo, quindi, per agevolare i professionisti nell’accesso ai finanziamenti a breve, medio e lungo termine, destinati allo sviluppo delle loro attività economiche e produttive.

I confidi, infatti, nascono come espressione delle associazioni di categoria basandosi su principi di mutualità e solidarietà. Questi, per esempio, offrono:

  • ampliamento delle capacità di credito (con protezione nei confronti dei fenomeni di usura);
  • riduzione del costo del denaro;
  • trasparenza e certezza delle condizioni;
  • consulenza finanziaria e di orientamento.

Per “attività di garanzia collettiva dei fidi”, si intende, dunque, l’utilizzazione di risorse provenienti in tutto o in parte dai soggetti consorziati per la prestazione mutualistica e imprenditoriale di garanzie volte a favorirne il finanziamento da parte delle banche e degli altri soggetti operanti nel settore finanziario.

Per ulteriori informazioni è possibile contattare lo 06/54220278 

 
© 2017 Camera di Commercio di Roma - Qualunque utilizzo è vietato se non autorizzato dell'ente - Sito realizzato da Menexa
Informativa Privacy