Logo romaCrea Notizie
Pubblicazione della CCIAA di Roma a carattere economico - Registrazione del Tribunale di Roma n.266/2010 Direttore responsabile: Massimiliano Colella - Editore: Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura di Roma - Via de' Burrò, 147 00186 Roma - [t] 0652082979

26 novembre 2013

The Job Challenge, un concorso per combattere la disoccupazione

Sarà il lavoro il tema attorno al quale si svilupperà la seconda edizione di European Social Innovation Competition, il concorso europeo dedicato all’ideazione e allo sviluppo di progetti innovativi promosso dalla Commissione Europea.

Il bando, denominato per la sua edizione 2013 “Job Challenge”, è rivolto a organizzazioni profit e non profit, gruppi informali e individui che svolgono la propria attività all’interno di uno dei ventotto Stati che compongono l’Unione Europea.

Le idee in gara dovranno cercare una soluzione al problema della disoccupazione, trovare proposte per migliorare le condizioni lavorative di persone sottopagate a causa dell’età, dello stato sociale o di una condizione di disabilità o proporre una soluzione per migliorare le opportunità di impiego per i 27 milioni di cittadini europei che attualmente si trovano senza un lavoro.

Queste idee dovranno avere un impatto reale nell’aiutare le persone disoccupate a trovare lavoro o nel creare nuove possibilità di impiego, ad esempio aumentando il numero di persone che trovano lavoro, incrementando l’occupazione di persone svantaggiate o di categorie sociali che faticano a trovare un impiego (giovani, over 50, persone affette da disabilità, madri che lavorano), aumentando il numero di persone che si auto – impiegano grazie alla creazione di un proprio business.

Non importa che le proposte in concorso abbiano già trovato qualcuno interessato a investire per attuarle: le trenta idee migliori – scelte da una giuria di esperti – passeranno alla seconda fase del concorso, nella quale dovranno essere trasformate in proposte progettuali concrete, anche grazie all’aiuto e al supporto di un tutor. A maggio 2014, infine, verranno scelti i tre progetti vincitori, che saranno finanziati con un premio di 30mila euro a fondo perduto ognuno. Non solo: i vincitori della scorsa edizione sottolineano che il concorso ha dato loro la possibilità di sviluppare una buona idea e di vedere realizzato e legittimato il loro lavoro.

Le domande di partecipazione, con le idee progettuali (non ancora esposte in maniera dettagliata), dovranno essere inviate entro l’11 dicembre 2013. In gennaio o in febbraio verranno decisi i 30 semifinalisti, che verranno invitati a frequentare per qualche giorno la Social Innovation Academy per sviluppare la propria idea in maniera particolareggiata sotto la guida di un tutor: questi progetti dovranno essere consegnati entro il 21 marzo 2014; a maggio verranno infine proclamati i vincitori del Job Challenge.

Il concorso è aperto a tutte le persone che risiedono in uno Stato membro dell’Unione Europea o in uno di quei Paesi che hanno accettato di partecipare al Competitiveness and Innovation Programme; i partecipanti potranno presentarsi come singoli individui, organizzazioni o gruppi informali.

Il bando completo, il form d’iscrizione e i materiali sono disponibili sul sito della Commissione europea.

Per informazioni: http://ec.europa.eu/enterprise/policies/innovation/policy/social-innovation/competition/

 

24 luglio 2013

Regione Lazio: in arrivo 75 milioni di euro per l’efficienza energetica

Sono in arrivo due nuovi bandi regionali “green”, per un totale di 75 milioni di euro di risorse europee, finalizzati a dare nuova energia alle pmi e agli enti pubblici del Lazio,  incentivando il territorio a raggiungere una maggiore efficienza energetica dotandosi di impianti con minori consumi ma più resa, grazie all’utilizzo di fonti rinnovabili. I due avvisi: “Fondo di promozione dell”efficienza energetica e della produzione di energia rinnovabile”, 50 milioni di euro per l’accesso al credito delle piccole e medie imprese per adeguare impianti e strutture verso il risparmio energetico, e “Call for proposal”, 25 milioni sempre di provenienza Ue ma per progetti di realizzazione di impianti per la produzione di energia elettrica da rinnovabili per gli enti pubblici proprietari di immobili sul territorio, sono stati promossi e lanciati della Regione Lazio assieme all’Assessorato regionale alle Attività produttive e Sviluppo economico.

Questi interventi si inseriscono in un più ampio meccanismo basato sul favorire l’accesso al credito come priorità per affrontare i problemi delle Pmi. Il bando da 50 milioni e’ pensato per dare nuova energia alle imprese, e si inquadra nel nuovo fondo di ingegneria finanziaria da 150 milioni di euro che era già stato avviato con un primo intervento sulla capitalizzazione.

In particolare, l’obiettivo di questo bando, che sarà gestito da Sviluppo Lazio, e’ mettere a disposizione delle imprese finanziamenti agevolati per l’innovazione: saranno erogati prestiti con tasso di interesse agevolato, anche fino allo 0%,  per il 75% della somma e un tasso ordinario per il restante 25% quota ordinaria fondi banca.

Si potrà partecipare al bando dalle ore 9 del giorno successivo alla pubblicazione sul sito www.porfesr.lazio.it fino al 30 giugno 2014 o all’esaurimento dei fondi.

Per quanto riguarda il secondo bando, invece, si tratta di un’altra operazione importante di recupero di fondi europei che si rischiava di perdere. L’avviso pubblico sarà destinato a tutti gli enti pubblici, dal comune di Roma e i suoi municipi a tutti i comuni e le province del Lazio, come anche i consorzi di bonifica, gli enti gestori di aree naturali protette regionali, le Ipab e le Ater.

I progetti finanziabili potranno riguardare la realizzazione di impianti di produzione di energia elettrica e termica da fonti rinnovabili, interventi per il miglioramento dell’efficienza di impianti di condizionamento e/o riscaldamento esistenti, o per il miglioramento delle prestazioni energetiche. La Regione Lazio sarà la stazione appaltante di tutti gli interventi selezionati attraverso l’invito, fatta eccezione per quelli proposti dagli Ater. I dossier di candidatura dovranno essere presentati esclusivamente per via telematica sul sito www.sviluppo.lazio.it dalle ore 9 del giorno successivo alla pubblicazione sul Burl e fino al 30 settembre 2013.

Per info www.sviluppo.lazio.it

 

27 marzo 2013

Unipolis promuove “Culturability, fare insieme in cooperativa”

La cultura, le idee, la creatività come lavoro, come una nuova grande opportunità di occupazione. Questo l’obiettivo del bando “Culturability, fare insieme in cooperativa”, che punta alla creazione di start up culturali e creative a opera di under 35. Il concorso premia 10 team con 20mila euro ciascuno e un servizio di mentoring dedicato.

Con questa iniziativa, infatti, si intende promuovere la costituzione di nuove imprese nei settori culturali e creativi, in forma di cooperativa e con finalità di carattere sociale.

Il bando, inoltre, si rivolge a giovani di età compresa fra i 18 i 35 anni compiuti. La partecipazione è riservata ai cittadini italiani (anche residenti all’estero) e stranieri (purché residenti in Italia e in possesso della documentazione che attesti la regolarità della permanenza). Le proposte dovranno pervenire obbligatoriamente da gruppi composti da minimo 3 persone. I requisiti di età e anagrafici devono essere posseduti da tutti i componenti del team fino allo scadere del bando.
È ammessa la partecipazione anche di cooperative e cooperative sociali, purché inattive, costituite da non più di 12 mesi al momento di avvio del bando. 

Possono essere ammessi, tra i progetti presentati, idee imprenditoriali nuove o spin off di università, associazioni e organizzazioni non-profit con sede in Italia riconosciute e/o iscritte agli albi competenti, che riguardino, in particolar modo, attività e progetti culturali e creativi (arti visive, arti performative, patrimonio storico-artistico-architettonico; industrie culturali: editoria – comprese le sue declinazioni multimediali, industria musicale, radio-televisione, cinema e videogiochi; industrie creative: architettura, pubblicità e branding, design).
Ogni idea imprenditoriale, inoltre, deve essere connotata, tutta o in parte, dalle seguenti caratteristiche:

  • promuovere la creazione di nuovi posti di lavoro, soprattutto per i giovani;
  • avere un impatto sociale positivo, promuovere la coesione, favorire l’accesso alla cultura e ai saperi da parte del maggiore numero di persone;
  • attivare e incrementare la capacità di relazione e interazione con soggetti terzi attraverso la costruzione di reti territoriali e reti on-line;
  • ricercare forme innovative di progettazione, produzione, distribuzione e fruizione della cultura;
  • essere economicamente sostenibili nel tempo, affinché l’impresa cooperativa si mantenga attiva ed efficiente nel lungo periodo;

Ai dieci progetti vincitori viene offerto un contributo economico di 20mila euro e il supporto di una rete di partner, che accompagneranno e seguiranno le idee imprenditoriali fino alla loro trasformazione in cooperative.

Le domande per partecipare devono essere presentate entro il prossimo 30 aprile.

Il bando completo è consultabile sul sito di Culturability  

 

28 gennaio 2013

Regione Lazio: partecipa all’iniziativa “Complex Challenges Innovative Cities”

Migliorare le politiche regionali di innovazione, incoraggiandone l’uso e rafforzando la collaborazione tra le amministrazioni locali e regionali, gli enti pubblici e gli altri stakeholder. E’ l’obiettivo del progetto “Complex Challenges Innovative Cities” (Ccic) al quale partecipa la Regione Lazio assieme ad altri 13 partner europei: per la Bulgaria il Comune di Sofia (capofila) e il Fondo perla Ricerca applicata e le Comunicazioni, per l’Estonia il Parco Scientifico di Tartu, per la Finlandia il Comune di Jyväskylä, per l’Italia anche i Comuni di Catania e Genova, il Comune di Eindhoven per l’Olanda, perla Polonia il Comune di Varsavia, i Comuni di Aberdeen e Birmingham per il Regno Unito, la Provincia di Harghita perla Romania, perla Spagna l’Agenzia di sviluppo locale di Sabadell e infine il Comune di Gävle perla Svezia. Il progetto, al quale la Regione Lazio ha aderito attraverso il Dipartimento Programmazione Economica e Sociale, è finanziato dal programma europeo Interreg IV C con uno stanziamento complessivo pari a 2.036.969,35 euro e durerà fino al dicembre 2014.

Complex Challenges Innovative Cities affronterà l’innovazione nel settore pubblico inquadrandolo in un contesto comune, cercando di mettere in rete e condividere le esperienze dei partner. Di particolare interesse le aree di indagine: strumenti finanziari innovativi; appalti pubblici e innovazione (partner responsabile,la Regione Lazio); coinvolgimento della società civile nei processi di innovazione del settore pubblico; innovazione nelle aree regionali caratterizzate da una distribuzione non equilibrata delle opportunità; imprese controllate e innovazione.

Anche su quest’ultimo tema sarà importante l’apporto della Regione Lazio, unica autorità regionale presente nel partenariato del progetto, con l’esperienza acquisita attraverso le sue agenzie regionali.

Per info contattare il numero verde 800 280 320

 

 

 

 

28 maggio 2012

Arriva il “Premio Creatività 2012” per aspiranti autori

Il Ministero per i Beni e le Attività Culturali ha indetto il Premio Creatività 2012. Il concorso vuole incoraggiare la creatività dei giovani attraverso la realizzazione di quelle che, in gergo tecnico, sono definite “opere dell’ingegno”. L’altro obiettivo con cui nasce il progetto è infatti quello di far conoscere alle giovani generazioni la cultura del diritto d’autore, sensibilizzando i ragazzi sul rispetto dei diritti morali e patrimoniali degli autori che tutelano le opere dell’ingegno. Proprio a questo scopo, il concorso dà uno spazio di rilievo anche alle informazioni che riguardano il procedimento di registrazione di un’opera originale.

I giovani potranno partecipare presentando una tra le diverse tipologie di opere previste:

  • opera letteraria (compresi i soggetti cinematografici);
  • opera musicale;
  • opera della scultura, della pittura, dell’arte del disegno, dell’incisione e delle arti figurative e di architettura;
  • opera di pubblico spettacolo;
  • opera cinematografica (solo cortometraggio).

 I lavori devono essere inediti e realizzati esclusivamente per il concorso.

Possono partecipare tutti gli studenti degli istituti scolastici che abbiano compiuto i 16 anni di età alla data di scadenza prevista per la presentazione del modulo di iscrizione.

Verrà, inoltre, premiato un unico lavoro per ciascuna categoria. Le opere vincitrici saranno pubblicate e registrate nell’apposito Registro Pubblico Generale delle opere protette dalla legge sul diritto di autore. Ai vincitori sarà conferita dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali una pergamena che attesti la paternità dell’opera e la sua pubblicazione.
A ognuna delle cinque opere prescelte verrà inoltre attribuito un premio in denaro del valore di 500 euro.

Il modulo di iscrizione al concorso, compilato e firmato dallo studente, dovrà pervenire, assieme ai materiali richiesti nel Regolamento, entro e non oltre le ore 12 di lunedì 7 giugno 2012.

Tutti i dettagli e la modulistica relativi al Premio Creatività 2012 ,  sul sito del Ministero per i Beni e le Attività Culturali  

 
© 2017 Camera di Commercio di Roma - Qualunque utilizzo è vietato se non autorizzato dell'ente - Sito realizzato da Menexa
Informativa Privacy